CHIUDE I DUE FIGLI IN AUTO/ Usa, madre 24enne voleva “dare una lezione” alla più grande: morti entrambi

- Emanuela Longo

Chiude i due figli in auto, Texas: madre 24enne voleva “punire” la bimba di 2 anni ma sono morti entrambi. Le bugie e la messinscena della donna prima dell’arresto.

newyork_usa_polizia_lapresse_2016
Ultime Notizie, LaPresse

E’ una storia di follia, quella che giunge dall’America e che fa accapponare la pelle: una madre texana di 24 anni, Cynthia Marie Randolph, si è macchiata del crimine più terribile. Ha ucciso i suoi due figli di appena 2 anni e 16 mesi nel modo più assurdo che si possa immaginare, il tutto perché “voleva dare una lezione” alla primogenita. A riportare la vicenda choc è oggi il quotidiano online Corriere.it, che ha ripercorso le tappe salienti della tragedia che si è consumata nella zona di Lake Weatherford, in Texas. L’intento della giovane madre era quello di “punire” la bimba poiché si rifiutava di scendere dalla vettura. Ed allora la 24enne ha pensato bene di rinchiuderla all’interno, insieme al fratellino minore. Entrambi sono morti nell’abitacolo a causa delle elevate temperature. La donna è stata chiaramente arrestata. L’episodio inquietante è avvenuto il 26 maggio scorso quando Cynthia Marie decise di chiudere i due figli in auto allo scopo di “dare una lezione” alla maggiore. Dopo la loro morte, la madre raccontò alla polizia che i due bimbi si erano chiusi nella vettura, bloccandola dall’interno. Solo oggi, tuttavia, è venuta a galla la terribile verità sul decesso dei due piccoli angeli.

Un verità cruda e tremenda, venuta a galla in seguito alla confessione della giovane madre che ha ammesso di aver chiuso in auto la figlia Juliet di appena 2 anni per “darle una lezione”, lasciandola nell’abitacolo insieme al fratellino di 16 mesi, Cavanaugh. Allo sceriffo, la donna si è giustificata asserendo: “Pensavo che sarebbe uscita da sola e avrebbe tirato fuori il fratello, a un certo punto”. Dopo aver chiuso i due figli in auto, ad una temperatura esterna di 35,5 gradi, Cynthia Marie Randolph è rientrata in casa, ha fumato marijuana e si è addormentata per poi svegliarsi solo tre ore più tardi. A quel punto però, i sue bambini erano già morti. L’intervento di un’ambulanza non ha potuto far tornare in vista i due piccoli ed i sanitari non hanno potuto far altro che confermare il loro decesso. Ad aggravare la posizione della 24enne texana, arrestata con l’accusa di lesioni aggravate, è stata anche la messinscena realizzata dopo essersi accorta della morte dei figli. Per far sembrare che si sia trattato di un incidente, ha ammesso di aver rotto il vetro dell’auto prima di chiamare i soccorsi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori