MICHAEL SCHUMACHER / Come sta? La rivista Bunte perde causa sulle fake news

- Fabio Belli

Michael Schumacher, la rivista Bunte perde causa sulle fake news. Il risarcimento di 50.000 per aver scritto che il campione sarebbe tornato a camminare

michael_schumacher_1_ricordo_F1_lapresse_2017
Michael Schumacher (Foto: LaPresse)

MICHAEL SCHUMACHER: LE SUE VERE CONDIZIONI DI SALUTE

In questi giorni si sono rincorse molte notizie sul reale stato di salute di Michael Schumacher. L’ex campione di Formula 1, leggenda della Ferrari, tre anni e mezzo fa ha subito un gravissimo incidente sulla neve, cadendo mentre sciava e riportando gravi ferite alla testa, che lo hanno costretto a cinque mesi e mezzo di coma. Dopodiché, una volta risvegliatosi, Schumacher ha iniziato una lunghissima riabilitazione di cui ancora non si vede la fine. Ciclicamente escono sui media o sui social network notizie che parlano di Michael Schumacher in lenta ma costante ripresa. La rivista tedesca Bunte in particolare ha affermato come il campione del mondo possa alzarsi e fare qualche passo, seppur con l’assistenza dei suoi terapeuti. Da qui si è alimentata una serie di voci che hanno fatto sperare i fans, tutte poi smentite con la portavoce di Schumacher, Sabine Kehm, che ha affermato come ogni falsa notizia sia in piena regola una violazione della privacy del campione.

Per questo il Tribunale di Amburgo ha condannato la rivista Bunte a pagare un risarcimento di 50.000 euro per queste fake news fatte circolare. Sul caso-Bunte, Sabine Kehm è stata perentoria, spiegando in un comunicato: “Purtroppo, siamo stati costretti da un recente articolo apparso sulla stampa a chiarire che l’affermazione che Michael potrebbe camminare di nuovo è falsa. Questa speculazione è irresponsabile, perché data la gravità delle sue condizioni, la privacy è molto importante per Michael. Purtroppo queste false notizie danno anche false speranze a molte persone coinvolte”. Diversi amici di Schumacher, fra cui l’ex progettista Ferrari Ross Brawn, hanno affermato di sperare di vederlo un giorno tornare nelle condizioni di salute dei giorni migliori, ma hanno anche specificato come questa speranza non debba essere travisata nella possibilità di vedere di nuovo Michael Schumacher camminare o compiere progressi enormi. Seguito da parenti, amici e terapeuti, il campione va ancora avanti nel suo difficilissimo cammino riabilitativo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori