Attacco in Francia/ Un uomo lancia il suv contro i fedeli della Moschea: voleva vendicare il Bataclan

- Morgan K. Barraco

Un uomo, forse di origini armene, si è lanciato contro i fedeli presenti alla moschea con il chiaro intento di uccidere qualcuno. Fermato dalle protezioni della struttura

polizia_pixabay
Immagine di repertorio (Pixabay)

Momenti di paura in Francia, a causa di un’auto impazzita che ha cercato di falciare le persone presenti nella moschea di Créteil. L’episodio è avvenuto alle 18.30 di oggi e sembra che non ci siano stati feriti. La persona che si trovava alla guida del mezzo invece è stata arrestata pochi minuti dopo dalla Polizia locale. Secondo il comunicato trasmesso dalla Questura francese, sottolinea Sputnik News, l’uomo arrestato si trovava a bordo del suo mezzo 4×4 ed ha colpito più volte le protezioni presenti ai lati della moschea di Cretéil, in sulla strata intitolata a Jean Gabin. Il conducente ha poi continuato a fiancheggiare i l perimetro, colpendo un terrapieno ed infine dandosi alla fuga.

L’autista che ha seminato il terrore in Francia è stato arrestato nella propria abitazione dalle autorità. Secondo il sito Le Parisien, l’uomo è di origini armene ed ha affermato di voler vendicare quanto accaduto al Bataclan e sugli Champs Elysees. Sembra inoltre che l’aggressione fosse sotto l’effetto di alcool o stupefacenti. Secondo Le Dauphine invece i test sarebbero risultati negativi. Alcuni esponenti della moschea hanno inoltre affermato che l’aggressore è stato fermato sia dalle borchie di metallo che dal coraggio di alcuni fedeli. Il Prefetto della Polizia di Parigi, Michel Delpuech, ha condannato l’aggressione con fermezza ed ha assicurato che farà tutto il possibile perché l’indagine porti a chiarire i motivi che hanno spinto il conducente ad agire in questo modo, oltre a stabilire la responsabilità penale. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori