FEDERICA SCIARELLI/ Consip, il cellulare della conduttrice ancora in mano ai consulenti della Procura

- Emanuela Longo

Federica Sciarelli indagata per per concorso in rivelazione di segreto d’ufficio in merito all’inchiesta Consip interrogata oggi in Procura a Roma. Il commento dell’avvocato.

federica_sciarelli_chi_lha_visto
Chi l'ha visto - Federica Sciarelli

Oggi è stato il giorno di Federica Sciarelli, la conduttrice e giornalista televisiva chiamata a rispondere alle domande dei magistrati presso il Tribunale di Piazzale Clodio in merito al caso Consip che la vede indagata per concorso in violazione del segreto d’ufficio. Stando a quanto rivelato da RaiNews, la conduttrice di Chi l’ha visto? ha ribadito di essere sempre stata serena. La Sciarelli, come aveva già ampiamente anticipato il suo legale difensore, ha risposto a tutte le domande. “ha fornito ogni chiarimento e ha ribadito di essere estranea alla vicenda”. La penalista, avvocato Giorgia Papiri, al termine dell’interrogatorio ha anche ribadito la mancata consegna del cellulare alla sua assistita, “perché il consulente tecnico nominato dai pm non ha ancora finito tutti gli accertamenti e deve completare l’analisi dei messaggi WhatsApp e dei contatti”, ha aggiunto. Secondo la procura di Roma, la Sciarelli sarebbe rea di aver fatto da tramite tra il pm napoletano Woodcock e il giornalista del Fatto Quotidiano, Marco Lillo. Quest’ultimo, tuttavia, avrebbe difeso entrambi dichiarando, nei giorni scorsi: “Non sono loro le mie fonti”.

Nel primo pomeriggio di oggi, la conduttrice Rai e giornalista Federica Sciarelli si è presentata in Procura a Roma per rispondere alle domande in merito alla presunta fuga di notizie sull’inchiesta Consip. Il suo avvocato aveva dichiarato ai giornalisti l’intenzione della sua assistita di replicare a tutte le domande dei magistrati, mentre la stessa Sciarelli, poco prima di entrare in Tribunale ha ironizzato con i colleghi giornalisti appostati all’esterno. Al momento l’interrogatorio dovrebbe essere già terminato, mentre non trapelano ancora notizie sul contenuto delle domande poste dal procuratore di Roma Giuseppe Pignatone, dall’aggiunto Paolo Ielo, e dal pm Mario Palazzi. Quasi certamente però, la Sciarelli è stata chiamata a rendere conto della ricostruzione delle celle telefoniche del 21 dicembre, e di alcuni messaggi WhatsApp rinvenuti sul suo smartphone messo sotto sequestro dal Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Roma. Fuori dal Tribunale, come rivela Affariitaliani.it, la giornalista indagata dallo scorso aprile ha ribadito ai cronisti di essere “sempre stata tranquilla”, mentre il suo difensore, avvocato Giorgia Papini ha ribadito quale sarà la linea di difesa, la quale continuerà sulla “assoluta estraneità ai fatti”, sottolineando che “il cellulare non è stato ancora restituito”.

Interrogatorio in corso per Federica Sciarelli, conduttrice della trasmissione di Rai3, Chi l’ha visto?, in Procura a Roma. Lo rivela Repubblica.it che riporta le dichiarazioni del difensore della conduttrice, l’avvocato Giorgia Papiri, la quale ha definito la sua assistita “serena”, anticipando che “risponderà a tutte le domande dei pm”. Federica Sciarelli è indagata per concorso in rivelazione di segreto d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta Consip così come il pm Henry John Woodcock, accusato di aver passato alcuni atti dell’inchiesta al Fatto Quotidiano, secondo la procura proprio per tramite dell’amica Sciarelli. Alla conduttrice è stato anche posto il suo cellulare sotto sequestro. Nei giorni scorsi la giornalista alla guida della celebre trasmissione di Rai3 si era difesa dalle accuse commentando: “Non posso aver rivelato nulla a nessuno semplicemente perché Woodcock non mi svela nulla delle sue inchieste, tantomeno ciò che è coperto da segreto”. Proprio il cellulare della Sciarelli potrebbe essere oggi al centro dell’interrogatorio in corso presso piazzale Clodio.

La procura di Roma aveva provveduto ad esaminare i tabulati telefonici tra il pm napoletano, Federica Sciarelli ed il cronista de Il Fatto Quotidiano. Con ogni probabilità, tra le contestazioni che potrebbero muovere oggi alla conduttrice di Chi l’ha visto? potrebbero esserci la ricostruzione delle celle telefoniche del 21 dicembre scorso ed alcuni messaggi WhatsApp rinvenuti sul cellulare della conduttrice. Intanto, in attesa di essere interrogata Federica Sciarelli ha dimostrato di essere serena con qualche breve frase pronunciata ai cronisti che l’attendevano davanti a piazzale Clodio: “E chi è arrivata, Sharon Stone?”, ha ironizzato ai microfoni di Repubblica.it. E di fronte alle domande dei colleghi presenti si è limitata a replicare: “Con quello che mi è capitato figuratevi se rispondo ai giornalisti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori