Saldi estivi 2017/ Quando iniziano? Calendario date: Torino, commercianti soddisfatti (ultime notizie)

- Lorenzo Torrisi

Domani, sabato 1° luglio, cominceranno i saldi estivi 2017. Nella maggior parte delle regioni andranno avanti fino al 30 agosto. Sconti previsti tra il 30% e il 40% in molti negozi

Saldi_Shopping_Lapresse
Saldi invernali 2019 (Foto da LaPresse)

Sono partiti bene i saldi estivi 2017 a Torino: confermate le previsioni della vigilia. In centro e in periferia sta andando un po’ meglio rispetto all’anno scorso: lo hanno rivelato i commercianti interpellati da Confesercenti. Per gli operatori delle zone centrali è stato registrato oggi un incremento del 5% delle vendite con uno scontrino medio di 200-230 euro. Andamento simile anche nei principali centri della provincia. Un po’ più cauto, ma comunque non negativo, è il giudizio dell’Ascom, secondo cui lo scontrino medio dovrebbe aggirarsi sui 100-120 euro. La presidente Maria Luisa Coppa ha replicato ai timori sul possibile impatto dell’Outlet di Settimo Torinese: «Nonostante questa concorrenza e quella del digitale, le nostre imprese hanno tenuto, segno della capacità degli imprenditori di aprirsi a nuovi mercati attraverso i social media». Per il momento, però, si tratta di un bilancio provvisorio: bisogna aspettare che si chiuda la prima settimana di vendite per la valutazione dei primi risultati. (agg. di Silvana Palazzo)

Subito in coda per i saldi estivi 2017: grandi afflussi in Toscana e infatti la federazione italiana del settore moda parla di una buona partenza, seppur senza particolare slancio. L’andamento è altalenante, invece, nei centri minori, perché l’arrivo anticipato del caldo ha spinto i consumatori ad acquistare già da tempo i capi estivi. Secondo le previsioni di Confcommercio, i fiorentini investiranno cento euro a persona oggi per l’acquisto di capi in saldo, mentre la media regionale è di 90-95 euro. «La stagione finora è andata a rilento soprattutto per i negozi di fascia media, quelli più colpiti dalla crisi», ha dichiarato Franco Marinoni, direttore della Confcommercio di Firenze e Toscana. Sostiene che sarà già un buon risultato pareggiare i risultati dei saldi primavera-estate dell’anno scorso. Andrà meglio ai negozi di alta gamma, perché il lusso continua a fare buoni numeri. «Poi a Firenze influisce positivamente anche la presenza dei turisti stranieri, per i quali un paio di calzature o un abito made in Italy restano souvenir fra i più graditi», ha aggiunto Marinoni, come riportato da Repubblica. (agg. di Silvana Palazzo)

Sono iniziati oggi i saldi estivi 2017 in tutta Italia con sconti previsti nei negozi tra il 30% e il 40%. Il weekend è anche uno di quelli in cui si parte per le vacanze, dunque è difficile stimare come andranno gli acquisti nelle grandi città. Anche se c’è da dire che alcune, come Milano, diventano proprio delle “mete turistiche” per stranieri in queste occasioni. FederModaMilano prevede che mediamente ogni persona che si recherà nei negozi per acquistare capi di abbigliamento, pelletteria o accessori, spenderà circa 150 euro, una cifra in linea con quella dello scorso anno. “Dopo una primavera molto calda e consumi ancora tiepidi, i saldi estivi possono rappresentare l’occasione giusta per rinfrescare il guardaroba di chi è in partenza o di chi resta”, ha detto Renato Borghi, Presidente di Federazione Moda Italia e FederModaMilano, che ha anche auspicato una valorizzazione dei saldi stagionali, in quanto generano valore sul territorio della città della moda, grazie all’arrivo di molti stranieri attratti dai marchi del Made in Italy.

Domani scattano i saldi estivi 2017 in tutta Italia, con le varie date divise regione per regione che trovate qui sotto: intanto però, come ogni anno, bisogna stare molto attenti alle classiche truffe da saldi che alcuni negozianti “furbetti” a volte cercando di propinarci. Ad esempio i cosiddetti “fondi di magazzino” ogni anno rischiano di rovinare qualche acquisto che ci sembrava assai conveniente: le vendite infatti devono essere realmente l’avanzo della stagione e non i fondi di magazzino di quanto non venduto. Secondo il vademecum Codacons, bisogna stare alla larga dai negozi che avevano scaffali vuoti o poco riempiti fino a poco prima dei saldi in questi ultimi giorni: di colpo riempiti con gli articoli più svariasti svelerebbe l’inganno dei fondi di magazzino. « È improbabile, per non dire impossibile, che a fine stagione il negozio sia provvisto, per ogni tipo di prodotto, di tutte le taglie e colori.», spiega il Codacons alla vigilia di questa nuova grande stagione di saldi e sconti estivi. (agg. di Niccolò Magnani)

Domani, sabato 1° luglio cominceranno i saldi estivi 2017. In alcuni casi non potranno essere sfruttati al meglio dai consumatori, che magari sono già partiti per le vacanze. Tuttavia, essendo la data di inizio degli sconti promozionali uguale in tutte le regioni italiane, c’è anche la possibilità di poter fare acquisti nelle località di villeggiatura, anche per acquistare un capo o un accessorio da sfoggiare in spiaggia. C’è anche da dire che essendo questo il primo weekend del mese non saranno pochi coloro che avranno programmato la partenza per le ferie. Questo potrebbe agevolare chi dovrà restare in città, facendo sì che abbia modo di sfruttare i saldi senza che ci sia troppa “concorrenza” con altri acquirenti interessati. Qualche rischio forse si potrebbe correre se si optasse per uno dei centri outlet raggiungibili con le autostrade: si potrebbe infatti finire imbottigliati nel traffico. A ogni modo gli sconti saranno mediamente intorno al 30-40%, anche se non bisogna escludere ribassi ulteriori negli outlet o per i capi di abbigliamento che non sono dell’ultima stagione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori