Donna muore per una foto col figlio / Rocca di Garda, vane le operazioni di salvataggio (ultime notizie)

- Emanuela Longo

Donna muore per una foto col figlio: volo di oltre 60 metri giù dalla staccionata sul promontorio a Rocca di Garda. Precipitata sotto gli occhi del figlio.

incendio_vigili_fuoco_pompe_fiamme_lapresse_2017
Vigili del fuoco (LaPresse)

Aveva 54 anni la donna di origine romena ma residente a Torino che ieri è precipitata, perdendo la vita, per oltre 60 metri mentre si trovava in compagnia del figlio, del loro cane e di altri familiari sul promontorio di Rocca di Garda. Una foto che avrebbe dovuto scattare il figlio per immortalare la loro breve vacanza, poi la perdita di equilibrio, infine la tragedia. Sarebbero queste le tappe di quanto accaduto ieri, poco prima delle 19:00 quando è stato lanciato l’allarme alla centrale operativa del Suem che ha così allertato il Soccorso alpino di Verona. A riportare le fasi delle operazioni di soccorso rivelatesi vane, è stato il portale VeronaSera. Dopo l’allarme è subito partita sul luogo dell’incidente una squadra del Soccorso alpino ed in contemporanea un’eliambulanza di Verona emergenza con a bordo medico, infermiere, tecnico verricellista e tecnico di elisoccorso. Sul posto sono giunti anche altri due soccorritori. Il tecnico sarebbe stato verricellato alla base della parete per poi calarsi insieme ad uno dei soccorritori fin dove era presente la donna, ormai inerme, probabilmente morta sul colpo. Imbarellata e recuperata dall’eliambulanza, per l’escursionista non c’è stato nulla da fare. Le operazioni di recupero si sono concluse nel più tragico dei modi intorno alle ore 21:30.

Tragedia, ieri, a Rocca di Garda, tra i comuni di Garda e Bardolino, dove una donna di 54 anni, una turista residente a Torino, è morta per una foto. La vittima, come riporta Il Messaggero, si trovava sul promontorio insieme al figlio e ad altri parenti quando avrebbe deciso di scattare una foto da un luogo decisamente pericoloso. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, la turista di sarebbe avvicinata al ciglio al fine di cercare l’angolatura migliore per una foto ma qui avrebbe perso l’equilibrio cadendo rovinosamente dalla rute e precipitando giù per circa 60 metri. Nell’impatto avrebbe riportato serie lesioni che si sarebbero rivelate mortali e per la donna non ci sarebbe stato nulla da fare. Inutile, dunque, l’intervento dei soccorsi giunti prontamente sul luogo dell’incidente. I vigili del fuoco e gli uomini del Soccorso Alpino di Verona avrebbero fatto di tutto per rianimarla ma le lesioni riportate dalla turista nella caduta sarebbero state troppo gravi. Il suo cadavere è stato recuperato dai soccorritori dell’elisoccorso e portato a valle dove l’autorità giudiziaria potrà decidere se procedere con un’eventuale autopsia al fine di fare maggiore chiarezza sul drammatico episodio.

A riportare maggiori dettagli della tragedia è questa mattina BresciaToday, che rivela come l’allarme sia scattato ieri sera, intorno alle 19.00. La turista, 54enne di nazionalità rumena, si sarebbe appoggiata ad una staccionata di legno che dà sullo strapiombo, mettendosi in posa al fine di farsi scattare una foto dal figlio. Proprio la staccionata avrebbe ceduto all’improvviso causando il volo della donna che non le avrebbe lasciato scampo. Il suo corpo sarebbe rimasto impigliato nei rovi, qualche decina di metri più in giù, verso il Lago di Garda ed i soccorritori avrebbero fatto di tutto al fine di recuperare la donna, ormai senza vita. Non si esclude che sia morte sul colpo dopo essere precipitata per oltre una sessantina di metri proprio sotto gli occhi del figlio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori