I VACCINI SONO PERICOLOSI?/ Donna sviluppa encefalopatia: il tribunale condanna il Ministero

- Fabio Belli

Vaccini: risarcimento danni per una 42enne. La donna a sei mesi di età aveva subito una vaccinazione che, secondo quanto stabilito dal Tribunale, le ha causato crisi epilettiche

vaccino-pixabay
Vaccini meno efficaci in Piemonte
Pubblicità

Continua a tenere banco la polemica tra vaccinisti e antivaccinisti, ed è notizia di queste ore di una sentenza che potrebbe diventare un caso di scuola. Una donna di 42 anni di Pavia riceverà infatti un risarcimento per i danni procurati da un vaccino, come stabilito dalla Corte d’Appello di Milano che ha confermato una sentenza emessa sei mesi fa dal Tribunale di Vigevano. La sentenza condanna il Ministero della Salute a versare un risarcimento alla donna per una vaccinazione tetravalente che, secondo quanto stabilito dal Tribunale, sarebbe il nesso per delle crisi epilettiche provocate da un’encefalopatia causata appunto da una reazione avversa al vaccino. Si tratta di una sentenza che si aggiunge ad altre che in passato hanno comunque stabilito un nesso tra gravi disabilità e vaccinazioni: i favorevoli ai vaccini fanno comunque rientrare questi casi negli effetti collaterali inevitabili nelle vaccinazioni di massa.

Pubblicità

I fatti sono risalenti al 1975, quando la donna, ora 42enne ma allora praticamente neonata, si trovò a subire una vaccinazione tetravalente che le provocò questa specifica forma di encefalopatia. La malattia ha aggravato la situazione della bambina che già in tenerissima età iniziò a soffrire di crisi epilettiche sempre più frequenti, fino ad arrivare a sviluppare problematiche e diverse disabilità per le quali percepisce già delle indennità. Il risarcimento però è il primo per la donna strettamente legato alla somministrazione di quel vaccino in tenera età, che sarebbe alla base della stragrande maggioranza delle sue patologie. Il Ministero della Salute non ha impugnato i termini della sentenza, che è dunque passata già in giudicato. Come riferito dall’avvocato della donna, Giuseppe Romeo, la donna continua a soffrire di crisi epilettiche comparse dai sei mesi di età, quando le venne somministrato il vaccino incriminato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori