Incidente Stradale/ Brescia, auto contro camion: muore senegalese (oggi, 6 giugno)

- Dario D'Angelo

Incidente stradale, 6 giugno 2017: ad Ariano Irpino un 24enne ha perso la vita dopo essere caduto con la moto. A Codroipo un papà di 30 anni è morto sul colpo, illese moglie e figlia.

incidente_stradale_triangolo_pixabay_2017
Pesaro, esce e si imbatte nell'incidente mortale del figlio (Pixabay)
Pubblicità

-Un incidente stradale lungo la ss45bis, a Mazzano, ha portato alla morte di un cittadino di nazionalità senegalese originario di Reggio Emilia ma residente sul Lago di Garda. Lo riferisce Brescia Today, sottolineando che la vittima, un 46enne, ha perso la vita sulle stesse strade in cui qualche settimana fa, aveva perso la vita un giovane muratore. Per il senegalese non c’è stato nulla da fare: la sua Fiat Stilo è stata ridotta ad un groviglio di lamiere, all’interno del quale la vittima è stata ritrovata senza vita all’arrivo dei soccorsi. Sulla dinamica dell’incidente sta indagando la Polizia stradale: da quel che filtra l’uomo si sarebbe ritrovato, per ragioni ancora da accertare, sulla corsia opposta a quella riservata alle vetture che procedevano nel suo senso di marcia e avrebbe impattato contro un’autocisterna che stava transitando proprio in quel momento. Il conducente del camion, 36 anni, è rimasto illeso ma è stato trasferito in ospedale in stato di shock e sottoposto agli esami tossicologici come da prassi. (agg. di Dario D’Angelo)

Pubblicità

La notizia di un terribile incidente stradale ad Ariano Irpino ha funestato la giornata degli abitanti di Frigento, il paese di cui era originario Giuseppe Capobianco, 24enne morto dopo essere caduto con la propria moto mentre si trovava in località Tre Torri-La Manna. Secondo quanto riferisce blitzquotidiano.it, il giovane era a bordo della sua Kawasaki quando ha impattato una vettura venendo sbalzato dalla sella e rovinando sull’asfalto. Per il giovane, che pure aveva il casco, non c’è stato nulla da fare: l’arrivo immediato dei soccorsi del 118 è servito esclusivamente a constatarne il decesso. Sul luogo dell’incidente sono successivamente intervenuti le forze dell’ordine per effettuare i rilievi del caso. Ma c’è un dettaglio a rendere ancora più tragica la morte del povero Giuseppe Capobianco: il giovane aveva infatti da poco messo in vendita la Kawasaki con cui è morto, forse per racimolare i soldi per comprare un mezzo meno potente e pericoloso. 

Pubblicità

Tragico incidente stradale a Codroipo, in provincia di Udine, dove un uomo di 30 anni è morto sul colpo dopo essere uscito di strada in via Lignano, sulla strada provinciale 39, tra San Martino e Muscletto di Codroipo in direzione di Varmo. Come riportato da Today.it, era circa l’una e mezza di notte di ieri e sulle strade percorse dall’uomo era in corso un violento temporale. Insieme a lui, nella macchina coinvolta dal sinistro, vi erano anche la moglie e la figlia. Per quanto riguarda la donna, l’intervento dell’ambulanza e di un’automedica ha constatato il ferimento escludendo il pericolo di vita. La bambina invece è rimasta miracolosamente illesa rimediando soltanto qualche escoriazione. Mamma e figlia sono state così trasportate in ospedale, mentre i sanitari giunti tempestivamente sul posto altro non hanno potuto se non dichiarare il decesso del 30enne. Sul luogo del sinistro si sono recati i carabinieri di Campoformido per procedere con i rilievi del caso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori