ISABELLA NOVENTA / Il giorno della difesa di Debora Sorgato: la sua nuova vita in carcere ed i guai fuori

- Emanuela Longo

Isabella Noventa, ultime news: nuova udienza del processo e parola alla difesa di Debora Sorgato. La sua nuova vita in carcere ed i guai fuori, nel lavoro.

isabella_noventa_chi_lha_visto_01_2016
Isabella Noventa

Il processo sul delitto di Isabella Noventa prosegue e oggi, in occasione della nuova udienza, la parola tornerà nuovamente alle difese dei tre imputati. Dopo il passato appuntamento nel quale a parlare è stato l’avvocato Alessandro Menegazzo, difensore di Manuela Cacco, questa mattina sarà il turno della difesa di Debora Sorgato, sorella di Freddy, entrambi a rischio ergastolo. Proprio Debora era stata lungamente tirata in ballo nel passato appuntamento con la giustizia, in quanto il legale della tabaccaia di Camponogara, nel difendere la propria assistita e minimizzare il suo ruolo nell’ambito dell’omicidio della segretaria 55enne, aveva asserito come la stessa Cacco fosse stata un vero e proprio burattino nella mani dei due fratelli Sorgato. L’avvocato aveva poi evidenziato come, in carcere a Verona, Manuela fosse stata più volte vittima di minacce da parte di Debora Sorgato, la quale aveva fatto pervenire tramite terze persone delle pesanti offese ed accuse, al punto da aver spinto l’ormai ex amica a chiedere ed ottenere il cambio di penitenziario, al fine di evitare possibili incontri dagli esiti drammatici.

Il ruolo di leader di Debora Sorgato, dopo 16 mesi di detenzione, era emerso anche nei giorni scorsi dal quotidiano Il Mattino di Padova. Proprio Debora, la diabolica assassina di Isabella Noventa (almeno stando alla Procura che avrebbe sostenuto la tesi fornita dalla Cacco), nel carcere femminile di Montorio, a Verona, sarebbe riuscita a farsi rispettare, sin dal suo primo giorno. Non solo una leader benvoluta, ma anche temuta, come lo dimostrerebbe il cambio di penitenziario da parte della seconda donna del trio.

Dal 16 febbraio di un anno fa, ad un mese esatto dall’assassinio di Isabella Noventa, la vita di Debora Sorgato sarebbe radicalmente mutata. Archiviata per il momento la sua vita di mamma, la donna si è adattata molto presto alla sua nuova condizione, intrecciando rapporti ed amicizie, ritagliandosi il ruolo di cuoca nella mensa dell’istituto, facendosi amare così tanto da essere scelta come testimone di nozze, un mese fa, da due carcerati stranieri. Mentre la sua vita in carcere, dunque, procede a gonfie vele, qualche problema per la sorella di Freddy Sorgato arriverebbe dal mondo esterno. Stando a quanto riportato da Padovaoggi.it, infatti, la Sorgato sarebbe vicina al licenziamento per volere della cooperativa di pulizia presso la quale lavorava. A tal fine, sarebbe in corso una delicata trattativa tra la cooperativa e l’Ispettorato territoriale del lavoro di Padova. Nel caso in cui la sentenza fosse a suo sfavore – ricordiamo che il pm Giorgio Falcone ha chiesto a suo carico la condanna all’ergastolo – la cooperativa potrà licenziarla con effetto immediato.

Intanto, oggi toccherà proprio alla sua difesa prendere la parola in aula in vista della sesta udienza del processo per il delitto di Isabella Noventa. La donna ha sempre respinto le accuse pesantissime avanzate dal pm, per il quale sarebbe proprio lei la spietata assassina della segretaria. Debora l’avrebbe uccisa a colpi di mazzetta alla testa, come evidenziato dalla versione dell’ex amica Manuela Cacco, poi l’avrebbe finita con una corda attorno al collo prima di sbarazzarsi, con l’aiuto del fidato fratello Freddy, del suo cadavere. Di contro la Sorgato ha sempre asserito di essere stata a casa a dormire negli attimini in cui avveniva il delitto di Isabella e questo dimostreranno nuovamente in aula i suoi avvocati Luca Motta e Roberto Morachiello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori