Sciopero oggi/ Mezzi Autoguidovie: stop a Milano, Monza e Bologna. Info e orari (ultime notizie 6 giugno)

- Morgan K. Barraco

Sciopero oggi, manifesteranno per quattro ore i lavoratori delle Autoguidovie di Milano e i dipendenti del trasporto locale di Vicenza contro la SVT (6 giugno)

autobus_pixabay_2017
Bus (Pixabay)
Pubblicità

Sciopero dei mezzi per la società Autoguidovie confermato questa sera, tra le ore 18 e le ore 22, con le dovute differenze previste per le varie città che saranno coinvolte da questo lieve sciopero che colpirà una parte dei mezzi pubblici. Il trasporto locale delle principali aziende pubbliche, come Atm, non verrà toccato e modificato, mentre le corse dei pullman Autoguidovie potrebbero appunto trovare qualche problema per i pendolari e gli utenti tra le 18 e le 22 nelle città di Milano (sia nella zona Sud-Ovest che in quella Sud-Est), ma anche a Monza e in tutta la provincia di Milano. Stessi orari per la città di Cremona, Crema e Paderno Dugnano, mentre cambiano gli orari rispetto all’avviso sindacale originario nella città di Bologna. Qui gli orari della protesta per tutti i lavoratori in sciopero andrà dalle ore 19.30 fino alle 22, con la fascia di garanzia che dovrebbe funzionare tra le 22.01 e la fine servizio di giornata. (agg. di Niccolò Magnani)

La viabilità della città di Milano potrebbe subire dei disagi nella giornata di oggi, martedì 6 giugno 2017, a causa dello sciopero indetto dalla sigla sindacale Sol Cobas per gli autobus delle Autoguidovie cittadine. La manifestazione prevista durerà quattro ore e riguarderà alcune tratte di Milano, Brianza e Monza, con estensione a Cremona, Bologna, Crema e Paderno Dugnano. I lavoratori si asterranno dal turno di servizio che va dalle 18.00 alle 22.00, mentre saranno garantite le corse in partenza fino alle 17.50 e dalle ore 22.01 in poi, fino al completamento del servizio.

Pubblicità

Prosegue inoltre lo sciopero per gli autobus di Vicenza per manifestare contro l’azienda provinciale dei trasporti SVT, che secondo i sindacati Filt Cgil, Uiltrasporti e Fit Cisl locali avrebbe acquistato 90 nuovi mezzi di trasporto con i soldi dei lavoratori. In una nota, già diffusa lo scorso 25 maggio e riportata da Veneto Economica, le sigle hanno infatti sottolineato come il pagamento degli autobus sarà possibile grazie alla “riduzione del costo del lavoro, operata con la messa in atto di azioni volte ad esternalizzare il servizio di linea”. Sarà una giornata di scioperi anche per il settore Igiene Ambientale per quanto riguarda Mistretta e Grotte, per i lavoratori di Ecolandia Srl e Iseda Sirl, così come riprenderà la manifestazione generale promossa dal Ministero della Giustizia per quanto riguarda i Magistrati. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori