SANTA RUFINA E SANTA SECONDA/ Santo del giorno, il 10 luglio si celebrano le martiri romane

- Alessandra Pavone

Santa Rufina e santa Seconda sono le martiri romane che vengono ricordate il 10 luglio. Nascono nella città di Roma intorno al III secolo dopo Cristo

croce1_pixabay_2017
Santo del giorno: Santi Nereo e Achilleo

Santa Rufina e santa Seconda nascono nella città di Roma intorno al III secolo dopo Cristo. Le due giovani sono cristiane e il loro padre è il senatore Asterio. Quest’ultimo prende una decisione importante che riguarda il futuro delle sue figlie. Asterio sceglie di darle in sposa a due giovani di nome Verino e Armentario. Dopo qualche tempo, l’imperatore Valeriano inizia a perseguitare i cristiani Verino e Armentario rinnegano il loro credo e dopo la scelta dei loro fidanzati, le due sorelle fanno voto di castità, inoltre decidono di rimanere cristiane e di non rifiutare la propria fede in Cristo. Verino e Armentario quindi denunciano le loro promesse spose alle autorità romane. Santa Rufina e santa Seconda tentano di fuggire in Etruria però sfortunatamente le due vengono arrestate. Il prefetto romano Giunio Donato inizia allora a torturare le sorelle. Queste ultime, nonostante le sofferenze, scelgono di non abiurare e vengono condannate a morte. Le future sante vengono portate sulla via Cornelia e santa Rufina viene decapitata, mentre santa Seconda viene picchiata fino alla morte. L’uccisione delle due martiri avviene dunque nei pressi di Roma intorno al 257 dopo Cristo. 

Santa Rufina e santa Seconda sono le patrone del paese di Santa Rufina, che è una frazione del comune di Cittaducale, che si trova in provincia di Rieti. In occasione della festa patronale del 10 Luglio, a Santa Rufina, nella Parrocchia dedicata alle due martiri romane si celebra una messa, in cui si ricorda il feroce supplizio delle due sorelle, che decisero di considerare la religione cristiana il cardine della loro esistenza. Alla fine di questa celebrazione religiosa, le sante vengono portate in processione da diversi fedeli appartenenti a delle confraternite, i quali si occupano di trasportare i simulacri delle patrone. Nel corso della festa ci sono molti spettacoli musicali e anche delle sagre, in cui la gente del posto assaggia gli arrosticini e la salsiccia. I festeggiamenti del 10 Luglio si concludono sempre con lo scoppio dei fuochi d’artificio. 

Santa Rufina è un paese che si trova nel comune di Cittaducale, in provincia di Rieti. Questa frazione ha poco più di 2700 abitanti ed è situata lungo la famosa via Salaria, che è un’antica strada del periodo romano. Tra gli edifici religiosi più conosciuti del posto, ci sono la Parrocchia delle Sante Rufina e Seconda e la Chiesa di Santa Maria del Popolo, che ha una bellissima vetrata che rappresenta la Madre di Cristo. A Santa Rufina c’è anche la Villa di Poggio Reale, che risale al periodo del XVI secolo e che è stata fatta costruire per volere della famiglia fiorentina dei Mormorai. Nel Palazzo c’è un Museo bellissimo, in cui si possono vedere le opere del pittore Mario Romoli. In questa frazione, c’è pure il Teatro Piccolo e nel territorio di questo posto si possono trovare diversi minerali, come la fluorapatite e la melilite. 

Oltre a santa Rufina e a santa Seconda, il 10 Luglio si festeggiano: Santa Vittoria di Sabina, San Pietro Vincioli, San Canuto IV di Danimarca, Sant’Amalberga di Temse e Sant’Anatolia martire. I Beati del 10 Luglio sono: Bernardo di Quintavalle, Ascanio Nicanore e Arnaldo da Camerino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori