TUFFATRICE “SUICIDA”/ Video, si tuffa di testa da un promontorio ma spancia clamorosamente: viva per miracolo

- Paolo Vites

Si è lanciata dall’altop di una formazione rocciosa, ma inesperta di tuffi è arrivata in acqua di pancia, rischiando di morire. Ecco cosa è successo a una tuffatrice inesperte

tuffatore_pixabay
Foto Pixabay.com
Pubblicità

Si può anche morire per questo genere di cose. Lanciarsi in acqua dall’alto e cadere di pancia, la cosiddetta panciata appunto, è pericolosissimo. Non solo per il dolore fisico avvertito (come cadere su un muro di cemento), ma perché la botta può causare danni interni gravissimi. L’acqua infatti può essere “dura” come il marmo, se non vi si entra nel modo giusto, cioè tagliando l’acqua con le braccia e entrandovi in verticale oppure, anche se goffamente, di piedi, il cosiddetto tuffo a bomba. A una ragazza americana è successa questa disavventura. Con altre persone si trovava al Paradise Cove Cliff, Colorado, una formazione rocciosa molto alta sotto cui sta un laghetto. E’ appunto un paradiso per i tuffatori, ma molto esperti. Lei invece non era affatto esperta, ma si è gettata lo stesso. Ha cercato di lanciarsi di testa, ma poi ha perso completamente l’equilibrio ed è arrivata in acqua di pancia, urlando terrorizzata e con un urto violentissimo. E’ riuscita comunque ad uscire dall’acqua da sola, ma si capiva che la botta l’aveva stordita e perdeva sangue dal naso. Gli amici hanno dovuto chiamare un elicottero del soccorso per portarla in ospedale, dove i medici hanno detto che se la caverà, ma ha rischiato la vita.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori