Javier Girotto picchiato da un tassista/ Colpito in testa e al volto con una torcia, cancellata tournée estiva

- Emanuela Longo

Javier Girotto picchiato da un tassista: pugni e colpi in testa ed al volto con una torcia per un diverbio stradale. Sassofonista operato al naso e costretto a cancellare il tour.

javier_girotto_youtube_2011
Javier Girotto, foto Youtube

Per un po’ di tempo, Javier Girotto, noto sassofonista e compositore dovrà rinunciare alla sua tournée estiva in giro per l’Italia a causa di una brutta vicenda che lo ha visto protagonista. L’artista di fama internazionale, infatti, si trova attualmente ricoverato presso l’ospedale San Giovanni con il setto nasale fracassato in seguito ad una disavventura avvenuta lo scorso giovedì mattina al Colosseo. Qui, infatti, Javier Girotto è stato picchiato da un tassista al culmine di un diverbio stradale. A raccontare a Repubblica.it quanto avvenuto per le strade della Capitale è stato lo stesso genio del sax, che, dal suo letto d’ospedale, ha ripercorso quanto avvenuto poco dopo le 8:30 di un folle giovedì. Secondo il suo racconto, lui si trovava in sella al suo motorino, in direzione Saint Louis college per un seminario. “Avevo il mio sax a tracolla e casco in testa quando un tassista mi ha tagliato la strada, all’altezza del Colosseo”, ha raccontato.

Il tassista sarà così passato dall’altra parte della corsia senza freccia, ma non sarebbe stata la prima infrazione nel giro di pochi minuti, poiché, come ha aggiunto Girotto, poco dopo si sarebbe spostato nuovamente sulla strada che il sassofonista stava percorrendo indisturbato. Da qui sarebbe nato un botta e risposta violento, dapprima a gesti ed offese reciproche. Il tassista però, non avrebbe preso bene la replica dell’artista e nonostante avesse a bordo due turiste avrebbe ingaggiato una collisione con lo scooter di Javier Girotto, facendolo cadere rovinosamente sull’asfalto.

Il jazzista, rimasto stordito dalla botta, nel giro di pochi istanti si è ritrovato addosso un uomo sulla cinquantina. Si trattava del tassista che, dopo essere sceso dal suo taxi avrebbe prima sferrato un pugno sul naso al sassofonista per poi colpirlo con una torcia alla testa ed al volto. “Una violenza inaudita, inaspettata e vergognosa. E, cosa davvero di cui non mi capacito, di fronte alle due turiste che aveva in auto, in pieno servizio quindi”. Dopo aver urlato aiuto, Javier sarebbe stato raggiunto da una pattuglia dei vigili urbani che avrebbero accompagnato il tassista violento in caserma. Ora Girotto, ricoverato da alcuni giorni, si ritrova con un ginocchio gonfio ed il naso fasciato, dopo aver subito un intervento chirurgico. “Lo denuncerò appena mi dimetteranno da qui”, ha già annunciato l’artista, puntando il dito contro la categoria dei tassisti e confidando in una presa di distanza da parte loro su quanto accaduto. Per Javier Girotto si ferma drasticamente anche il suo fittissimo tour, anche in seguito alla lunga convalescenza prevista dopo le sue dimissioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori