METEO/ Bologna e Trento le città più calde d’Italia (oggi, 21 luglio 2017)

- Matteo Fantozzi

Meteo, previsioni del tempo e maltempo: oggi, 21 luglio 2017. L’anticiclone Caronte è il vero protagonista di questi giorni, nonostante la sua forza dirompente non si fermano le piogge.

L’ANTICICLONE CARONTE SCALDA L’ESTATE DEGLI ITALIANI

Non serviva sicuramente l’anticiclone Caronte a ricordarci di essere in estate, ma questi giorni stanno diventando infuocati. Sono diverse le città dove ci saranno temperature oltre la soglia delle medie stagionali. E proprio nel fine della settimana raggiungeremo i picchi. L’anticiclone sarà protagonista nonostante sulle Alpi si verificheranno anche dei rovesciamenti. Il record delle temperature è previsto in queste giornate con oltre trentasei gradi centigradi. Secondo IlMeteo.it poi le città più calde saranno Bologna e Trento. Attenzione però anche al meridione dove in diverse città vedremo il Mercurio all’interno del termometro salire al di sopra dei trentasei gradi. Va sottolineato che le città dove si verificheranno delle leggere o importanti precipitazioni non subiranno comunque un calo delle temperature.

SOLE IN TUTTA ITALIA, MA ATTENZIONE A NORD-OVEST

Le previsioni del tempo di oggi, venerdì 21 luglio 2017, ci dicono che forti temporali si abbatteranno su tutta la parte a nord-ovest del nostro paese. Si inizierà la mattina con temporali su Valle d’Aosta, Piemonte e Lombardia per poi vedere la pioggia bagneranno nel pomeriggio anche parte del Trentino Alto Adige e dell’Emilia Romagna oltre a diventare più persistente soprattutto sul Piemonte. Nel resto del nostro paese ci sarà invece sole anche se con qualche nuvola di troppo per quanto riguarda la parte del centro-nord. Le temperature sono date in rialzo con le minime che saranno ferme la mattina attorno ai ventuno gradi di Aosta, mentre nel pomeriggio le massime saliranno fino ai trentaquattro gradi di Trieste e Firenze. Le correnti, così come i venti, si muoveranno da sud verso nord però senza portare nessun fenomeno metereologico.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori