Terremoto oggi, Verona/ Ingv, ultime scosse: tanta la paura, ma nessun danno (21 luglio 2017, ore 23:30)

- Emanuela Longo

Terremoto Oggi nel Veneto, scossa di 3.6 M in provincia di Verona secondo i dati INGV in tempo reale di oggi 21 luglio 2017. Ultime notizie e aggiornamenti in diretta sui fenomeni sismici.

terremoto_aquila_1_soccorso__lapresse_2009
6 aprile 2009: si scava tra le macerie (LaPresse)

La scossa che si è avvertita nei pressi del Lago di Garda e che hanno sentito a Verona in maniera molto importante sicuramente ha portato ad attimi di terrore, ma per il momento nessuna conseguenza. Secondo quanto riportato da Il Messaggero, nella sua versione online, pare che infatti non ci siano stati danni a persone o cose con solo una grande paura che ha scosso tutti anche perché arrivata così all’improvviso e in maniera anche molto forte. Ovviamente il timore di quanto accaduto da poco non è ancora passato, ma di certo c’è la consapevolezza che un grande pericolo è stato sventato senza le conseguenze che questi terribili eventi naturali possono portarsi dietro. Al momento non ci sono ulteriori informazioni sull’accaduto, ma è chiaro che presto gli approfondimenti si muoveranno anche in direzione di questo tragico accadimento per spiegarci meglio cosa è realmente accaduto. (agg. di Matteo Fantozzi)

TERREMOTO OGGI, LE ULTIME SCOSSE DEL 21 LUGLIO 2017

SCOSSA DA 3.6 MAGNITUDO

Nel tardo pomeriggio di oggi si è verificata una forte scossa di terremoto a 4 km da San Zeno di Montagna, in provincia di Verona, che ha fatto prontamente allertare per la sua intensità. Il sisma di magnitudo 3.6 della Scala Richter, è stato registrato dalla Sala Sismica INGV di Roma, esattamente alle ore 19:03 ed ha avuto una profondità di appena 4 km. Ecco le coordinate geografiche esatte: 45.68 di latitudine e 10.74 di longitudine. Il terremoto è stato localizzato a 33 km a Nord Ovest da Verona e a 43 km a est di Brescia. I comuni prossimi all’epicentro e quindi rientranti nella zona rossa sono stati i seguenti: San Zeno di Montagna (VR), Brenzone sul Garda (VR), Gargnano (BS), Tignale (BS), Torri del Benaco (VR), Caprino Veronese (VR), Ferrara di Monte Baldo (VR), Costermano sul Garda (VR) e Tremosine sul Garda (BS).

PAURA A VERONA E BRESCIA

La forte scossa di terremoto che si è avvertita in serata sul Lago di Garda, a 4 chilometri da San Zeno di Montagna, come riporta Il Gazzettino nell’edizione online è stata avvertita dall’intero territorio. Addirittura la scossa di magnitudo 3.6 sarebbe stata avvertita lievemente anche in Lombardia oltre che in tutto il Veneto. Lo riporta il portale Centrometeo.it che ha raccolto le prime testimonianze di coloro che hanno specificato, subito dopo il sisma: “il tremore è durato oltre 5 secondi ed è stato accompagnato da un netto boato”. Data la sua scarsa profondità, il terremoto sarebbe stato risentito fino ad elevate distanze rispetto all’epicentro, si parla addirittura di oltre 50 chilometri dal punto di massima intensità strumentale. Ad avvertirlo maggiormente sono stati gli abitanti della provincia di Verona e Brescia, soprattutto quelli ai piani alti delle città ma anche in un’ampia zona della provincia bresciana tra Pescantina e la Valpolicella fino al lago di Garda, anche a Torri del Benaco dove la scossa, come spiega TgVerona ha creato molto spavento fra i turisti. Fortunatamente però, non sarebbero stati registrati al momento danni evidenti a cose e/o persone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori