Terremoto oggi/ INGV ultime scosse: Sicilia, sisma M 2.8 a Ustica (22 luglio 2017 ore 13.15)

- Fabio Belli

Terremoto Oggi: Ascoli Piceno, sisma M 1.1 secondo i dati INGV in tempo reale di oggi 22 luglio 2017. Ultime notizie e aggiornamenti in diretta sui fenomeni sismici

hotel_rigopiano_slavina_terremoto_vigili_fuoco_ricerche_lapresse_2017
Tragedia dell'hotel Rigopiano - La Presse

SICILIA, SCOSSA DI 2.8 A USTICA IN PROVINCIA DI PALERMO

Dopo il terremoto di magnitudo 4.2 a Campotosto si sono susseguite altre tre scosse, ma di minore intensità. Il sisma è stato avvertito anche nelle marche: «Ormai per la magnitudo 4 non ci alziamo neppure», ha scherzato il sindaco di San Ginesio, Mario Scagnetti, ai microfoni dell’Ansa. «Certo che il terremoto l’abbiamo sentito, ma è da un anno che ci accompagna, abbiamo imparato a conviverci, qua la gente ormai sa valutare la magnitudo delle scosse», ha dichiarato Michele Franchi, vice sindaco di Arquata del Tronto. Allertato dai concittadini, che hanno saputo individuare la magnitudo della scossa ancor prima che la comunicasse la Sala Sismica dell’INGV, il vice sindaco guarda già oltre: «L’importante ora è guardare al futuro: venerdì assegnare le casette per le frazioni di Pretare (26 Sae) e di Piedilama (16), credo che la gente ci entrerà entro Ferragosto». Nella prima mattinata di oggi, invece, c’è stato un sisma di magnitudo 2.8 nella zona meridionale del Mar Tirreno. L’epicentro del terremoto, avvenuto alle 7:37, è stato individuato vicino a Ustica, a latitudine 38.79, longitudine 13.02 e ad una profondità di 18 chilometri. (agg. di Silvana Palazzo)

LAZIO, SCOSSA DI 4.2 AD AMATRICE IN PROVINCIA DI RIETI

Questa notte intorno alle ore 4:13 è stata registrata una nuova ed intensa scossa di terremoto nel Centro Italia di magnitudo 4.2 della Scala Richter. L’evento sismico, in particolare, ha interessato le provincie di Rieti e L’Aquila con un epicentro rilevato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) ad una profondità di circa 14 km in una zona tra i comuni di Amatrice (Ri), Campotosto (Aq) e Capitignano (Aq). Secondo le ultime notizie che arrivano dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile, dalle verifiche è emerso che la popolazione ha avvertito la scossa ma non ci sono stati danni a persone o cose. L’agenzia di stampa dell’Adnkronos ha intervistato il vicesindaco di Campotosto, Gaetana D’Alessio, il quale in effetti ha confermato come al tempo stesso la scossa sia stata avvertita aggiungendo che comunque la popolazione sia abituata ad altre di intensità maggiore. Inoltre ha rimarcato: “La scossa si è sentita abbastanza anche se siamo abituati a sentirne di più forti. Nessuno è sceso in strada ma ormai qui a Campotosto, e nella frazione di Mascioni, siamo pochi. Siamo soli, la gente non viene più, ha paura, le scosse continuano, non è una bella situazione”.

MARCHE, SCOSSA DI 1.1 M IN PROVINCIA DI ASCOLI PICENO

Terremoto di inizio giornata alle ore 00.07 di sabato 22 luglio 2017 in provincia di Ascoli Piceno, in località Montegallo con epicentro a 6 chilometri ad ovest del paese. La magnitudo del sisma è stata di 1.1, abbastanza moderata, con ipocentro del terremoto localizzato ad una profondità di 12 chilometri. Oltre a Montegallo, nel raggio di 10 chilometri dall’epicentro del terremoto ci sono due altri paesi in provincia di Ascoli Piceno, Arquata del Tronto (8 km) e Montemonaco (9 km). Nel raggio di 20 chilometri dall’epicentro del sisma si trovano i paesi di Castelsantangelo sul Nera  (11 km), Montefortino e Norcia (14 km), Acquasanta Terme e Ussita (15 km), Accumoli (16 km), Visso (17 km), Bolognola, Palmiano, Amandola, Roccafulvione e Preci (18 km), Comunanza (19 km) e Venarotta (20 km). Comuni sparsi nelle province di Macerata, Fermo, Ascoli Piceno, Rieti e Perugia.

EMILIA ROMAGNA, SCOSSA DI 2.1 IN PROVINCIA DI BOLOGNA

Alle ore 23.31 di venerdì 21 luglio 2017, scossa di terremoto nel Nord Italia in Emilia Romagna che si è fatta sentire in maniera abbastanza netta, con una magnitudo 2.1 ed un epicentro a un solo chilometro ad Sud di Castel del Rio, in provincia di Bologna. L’ipocentro del sisma è stato localizzato a 11 chilometri di profondità, mentre a 1o chilometri nel raggio dell’epicentro del sisma oltre a Castel del Rio ci sono i paesi di Fontanelice in provincia di Bologna (7 km) e Casola Valsenio in provincia di Ravenna e Borgo Tossignano in provincia di Bologna (10 km). Nel raggio di 20 chilometri dall’epicentro si trovano invece le località di Palazzuolo sul Senio (11 km), Casalfiumanese (13 km), Firenzuola (14 km), Monghidoro e Monterenzio (15 km), Loiano (16 km), Marradi (17 km), Riolo Terme (19 km) e Dozza (20 km), località situate nelle province di Firenze, Bologna e Ravenna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori