ULTIME NOTIZIE/ Di oggi, ultim’ora: allarme siccità a Roma, chiusa A1 per incendi

- La Redazione

Ultime notizie: l’acqua sta finendo nella Capitale a causa della siccità, intanto un tratto dell’A1 è stato chiuso a causa di nuovi incendi e Trump accusa il New York Times (oggi, 23 luglio)

fontanelle_acqua_pixabay_2017
Ultime notizie (foto da Pixabay)

ACQUA IN ESAURIMENTO A ROMA, L’ALLARME DI ZINGARETTI 

La mancanza delle piogge e la siccità stanno mettendo la capitale d’Italia in una situazione limite con i rubinetti dei romani che presto rischiano di rimanere a secco. Di oggi l’intervento del presidente della Regione Zingaretti, con l’alto esponente politico che parla di una “vera e propria tragedia annunciata”. Ieri lo stesso presidente della regione aveva firmato un’ordinanza che limita il prelievo dell’acqua dal lago di Bracciano, lago che fornisce buona parte delle riserve idriche della città dell’urbe. Della situazione si è interessata anche il sindaco di Roma Raggi che ha sottolineato come l’acqua, anche se razionata, deve essere garantita a tutti i cittadini. Probabile in tale contesto un razionamento anche abbastanza pesante per oltre un milione e mezzo di cittadini, che abitano a Roma e nel suo circondario. 

A1 CHIUSA PER INCENDI

Questa volta l’interruzione dell’autostrada ha interessato la parte di strada dell’A1 tra Roma Nord e Orte, la causa però è sempre la stessa: un incendio in vicinanza del nastro d’asfalto. A decidere la chiusura di una delle rotabili più trafficata d’Italia sono stati i vertici della società, allo scopo di non mettere in pericolo gli automobilisti che dovevano transitare vicinissimi alle fiamme. Immediato l’intervento dei vigili del fuoco, tra di essi alcuni intossicati e anche una macchina che ha preso fuoco, stante il repentino cambio del fronte delle fiamme. Non è la prima volta che l’autostrada viene chiusa per motivi precauzionali, chiusura che in questo periodo di esodo estivo procura grossissimi disagi all’utenza, che per fortuna può godere dell’aiuto degli uomini della protezione civile, intervenuti prontamente anche questa volta. 

TRUMP ATTACCA IL NY TIMES SU AL BAGHDADI

Dopo aver dovuto archiviare ieri le dimissioni del suo portavoce, oggi il presidente americano cerca di recuperare attaccando i media americani e in particolar modo l’importante giornale New York Times. Trump accusa i giornalisti che con un loro articolo non hanno permesso l’uccisione del califfo Abu Bakr al-Baghdadi, uno dei capi del terrorismo islamico. L’accusa come al solito è stata lanciata direttamente dal presidente tramite il suo profilo ufficiale Twitter, egli pur non rilasciando dettagli accusa i giornalisti di aver messo l’interesse del giornale dinanzi all’interesse nazionale. Immediata la replica del giornale che sottolinea come il pezzo prima di essere pubblicato aveva ricevuto il placet della difesa nazionale, un placet che il presidente Trump non sembra abbia mai autorizzato a rilasciare. 

TERREMOTO M 4.2 TRA RIETI E L’AQUILA

Una scossa tellurica che ha riaperto le vecchie ferite, quella che questa notte è stata avvertita chiaramente nelle provincie dell’Aquila e di Rieti, ma che per fortuna non ha provocato danni. La scossa è avvenuta in piena notte e ha avuto un magnitudo di 4.2, essa non ha provocato danni se non il crollo di qualche cornicione e tanto meno feriti, ma ha spinto i cittadini a riversarsi nelle strade. Tanta è infatti la paura del terremoto in una zona in cui non è mai stato archiviato il terremoto catastrofico dello scorso anno, terremoto che mise in ginocchio un’intera regione, e provoco centinaia di vittime.

CALCIOMERCATO, FOLLIA PSG PER NEYMAR

Svolta clamorosa nel calciomercato dell’estate 2017. Il fenomeno brasiliano Neymar è vicinissimo a lasciare il Barcellona per accasarsi a Parigi e vestire la maglia blu del Paris Saint Germain. I transalpini sarebbero pronti a pagare l’intera clausola da 220 milioni di euro e a pagare a Neymar un ingaggio da 30 milioni a stagione per i prossimi cinque anni. Assieme a lui il Psg vorrebbe assicurarsi le prestazioni del cileno Alexis Sanchez, per il quale sarebbe pronta un’offerta da 70 milioni di euro da recapitare all’Arsenal. Con questi due acquisti i parigini sistemerebbero l’attacco, e dovrebbero iniziare ad operare con le cessioni di Di Maria (sul quale avrebbe messo gli occhi l’Inter di Spalletti) e Lucas. Il Barcellona, come sostituto, potrebbe puntare il talento della Juventus Paulo Dybala, valutato dalla società bianconera sui 120 milioni di euro. Catalani e campioni d’Italia si affronteranno questa notte negli Stati Uniti, e i dirigenti dei due club avranno modo di scambiare quattro chiacchiere, con Dybala argomento principale della conversazione. Difficile che la Juventus si privi di uno dei calciatori più forti della rosa, ma si sa che le vie del calciomercato sono infinite e misteriose.

POKER DEL MILAN AL BAYERN MONACO

Dopo la sconfitta contro il Borussia Dortmund, arriva la pronta risposta del nuovo Milan formato cinese. I rossoneri, in Cina per la tournée estiva, hanno sconfitto con un roboante 4-0 il Bayern Monaco, schierato peraltro con la formazione tipo. La gara fra rossoneri e bavaresi non ha avuto storia, e la squadra di Montella è riuscita a dominare grazie alle reti di Kessie, di Calhanoglu e alla doppietta del giovane attaccante Cutrone. Un ottimo viatico, che certifica la qualità del mercato fatto dalla dirigenza del Diavolo, che ha come obiettivo dichiarato il ritorno in Champions League per la prossima stagione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori