Ultime notizie/ Di oggi, ultim’ora: attacco terroristico ad Amburgo (29 luglio 2017)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: (29 luglio 2017). Nuovo attacco terroristico ad Amburgo. Altra batosta negli Stati Uniti d’America per il Presidente Donald Trump. Ultime sui vaccini.

donald_trump_10_lapresse_2017
Donald Trump (LaPresse)

NUOTO ATTACCO TERRORISTICO AD AMBURGO

Un uomo è stato arrestato dalla polizia tedesca, dopo che ha assaltato un gruppo di clienti all’interno di un centro commerciale. L’uomo di cui non sono state rese le generalità, è stato fermato a qualche centinaia di metri dal centro commerciale, il suo volto nelle prime foto trasmesse risulta insanguinato, a causa della probabile colluttazione con gli agenti dell’antiterrorismo teutonico. Prima di fuggire il sospetto che inneggiava ad Allah, ha colpito con un grosso coltello da cucina un uomo, uccidendolo. Fonti della polizia riferiscono che almeno altre quattro persone sono rimaste ferite, nessuno però corre pericolo di vita. La procura di Amburgo ha fatto sapere che comunque le indagini proseguono, seguendo la pista del terrorismo internazionale.

NUOVA BATOSTA PER DONALD TRUMP

Una nuova batosta in senato per Donald Trump, quella che ha subito per colpa dei senatori del suo stesso partito, i repubblicani. Respinta infatti la mini riforma che voleva smantellare l’obamacare, la nuova regolamentazione del sistema sanitario a stelle e strisce voluta da Barak Obama La mini riforma era stata edulcorata rispetto ai voleri di Trump, ma anche nella sua versione light non piaceva ai democratici, democratici che hanno ricevuto un aiuto insperato dal repubblicano e pertanto “alleato” di Trump, John McCain. Dopo la sconfitta probabile una resa dei conti all’interno del partito, con lo stesso Trump che ha avuto parole di fuoco verso il senatore, definito senza mezzi termini un traditore della cultura americana.

REGOLE PER LA MISSIONE IN LIBIA

Anche se si dovrà attendere il via libera del parlamento, il ministero della difesa sta lavorando per definire le cosiddette regole d’ingaggio per la nostra marina, se essa sarà chiamata come sembra probabile, a una missione nelle acque internazionali libiche. Le nostre fregate avranno finalità logistiche, e lasceranno alla guardia costiera libica il compito di intercettare e riportare a terra gli eventuali migranti intercettati. Probabile la presenza di nostri militari sulle vedette africane, con funzioni di collegamento, prevista anche l’uso della forza qualora i trafficanti attacchino direttamente le nostre unità, o le vedette della Libia. Il nodo da superare rimane la fine che faranno i migranti, essi dovrebbero essere trasferiti in dei centri di accoglienza sulla costa, supervisionati però dalle organizzazioni umanitarie.

VIA DEFINITIVA DELLA CAMERA SULLA LEGGE PER I VACCINI

In una delle ultime sedute prima della pausa estiva, la camera ha licenziato la legge sui vaccini fortemente voluta dal Ministro della Salute, Lorenzin. La legge prevede che tutti i bambini debbano essere vaccinati prima dell’ingresso a scuola, pena forti multe per i genitori. Quasi trecento i favorevoli, mentre 92 sono stati i contrari, il governo aveva comunque posto la fiducia sul provvedimento. La legge eleva a dieci i vaccini obbligatori e istituisce tra l’altro l’anagrafe dei vaccini. In piazza Montecitorio mentre si discuteva la legge, era presente un presidio di cittadini contrari ai vaccini, cittadini che hanno inscenato una protesta al grido di “assassini”.

FORMULA 1, PRIME PROVE LIBERE

Daniel Ricciardo è il più veloce delle prime prove libere del Gran Premio di Ungheria sulla pista dell’Hungaroring. Il pilota australiano è stato il più veloce in 1.18.486. A due decimi di ritardo Kimi Raikkonen, che si lascia alle spalle la Mercedes di Lewis Hamilton. Quarto Verstappen con l’altra Red Bull, decisamente a suo agio sulla pista dell’Hungaroring. Quinto Bottas, alle sue spalle Vettel. Il ferrarista, leader provvisorio della classifica piloti, ha chiuso soltanto sesto, ad un secondo di distacco da Ricciardo. Settimo Alonso, con la Mclaren Honda che conferma i progressi fatti nelle ultime gare.

CALCIOMERCATO, LE ULTIME DALLA SERIE A

La Juventus è sulle tracce di Matuidi, anche se non vuole sborsare i 25 milioni di euro richiesti per il suo cartellino (al massimo si è disposti ad offrirne 15). Continua da parte del Milan la ricerca di una mezzala, ma le condizioni del Bayern Monaco per la cessione di Renato Sanches non piacciono alla dirigenza rossonera. Si inizia a muovere l’Inter, sebbene con il freno a mano tirato. I nerazzurri sembrano vicinissimi al doppio colpo, Dalbert-Vecino. La Roma può sorridere, infatti è arrivata l’ufficialità del rinnovo di Radja Nainggolan, che ha firmato il prolungamento con il club giallorosso di James Pallotta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori