Terremoto oggi/ INGV ultime scosse: Sicilia, sisma M 3.3 alle Isole Eolie (30 luglio 2017, ore 15)

- Fabio Belli

Terremoto Oggi: Macerata, sisma M 2.6 secondo i dati INGV in tempo reale di oggi 30 luglio 2017. Ultime notizie e aggiornamenti in diretta sui fenomeni sismici

macerie_terremoto_pixabay_2017
Terremoto oggi nelle Marche

SICILIA, SCOSSA DI 3.3 M ALLE ISOLE EOLIE

Doppia forte scossa di terremoto in Sicilia al qualche chilometro dalla costa delle Isole Eolie, luogo attivo a livello sismico non certo da oggi: i dati del centro nazionale INGV hanno rilevato alle ore 9.52 e alle 10.05 una doppia scossa di grado M 2.9 e 3.3 che per fortuna non hanno creato danni o provocato particolare disagio agli abitanti delle meravigliose isole siciliane. A livello di ipocentro, il doppio terremoto è avvenuto a circa 15 km sotto il livello del terreno, mentre per l’epicentro i comuni coinvolti pur senza danni sono stati Leni, Malfa, Santa Marina Salina, Lipari. Per quanto riguarda invece lo sciame sismico consueto in centro Italia, da segnalare un’ultima scossa di grado M 2.2 Richter presso la provincia di Macerata, con il comune di Ussita come epicentro. (agg. di Niccolò Magnani)

MARCHE, SCOSSA DI 2.6 M IN PROVINCIA DI MACERATA

Alle ore 7:37 del mattino di domenica 30 luglio 2017 brusco risveglio per gli abitanti di Ussita, che hanno dovuti registrare una scossa di terremoto dalla magnitudo piuttosto significativa, 2.6, a 2 chilometri a Nord dal Comune in provincia di Macerata. L’ipocentro del sisma è stato individuato a 10 chilometri di profondità, con la scossa che è stata avvertita dalla popolazione vista la distanza dall’epicentro. Nel raggio di 10 chilometri dall’epicentro del sisma si trovano anche i Comuni di Visso (6 km), Acquacanina, Fiastra, Bolognola e Castelsantangelo sul Nera (8 km) e Fiordimonte (9 km), tutti in provincia di Macerata. Nel raggio di 20 chilometri dall’epicentro del sisma si trovano invece i Comuni di Pieve Torina (11 km), Monte Cavallo e Pievebovigliana (12 km), Preci (13 km), Muccia e Sarnano (15 km), Montefortino e Montemonaco (17 km), Amandola (18 km), Cessapalombo e Serravalle di Chienti (19 km), Norcia, Camerino e Gualdo (20 km), situati tra le province di Macerata, Perugia, Fermo e Ascoli Piceno.

SICILIA, SCOSSA DI 2.1 M IN PROVINCIA DI MESSINA

Nella notte si è fatta registrare una scossa di terremoto piuttosto significativa al largo delle Isole Eolie, con un ipocentro individuato alla profondità di 8 chilometri ed una magnitudo di 2.1. Le Isole Siciliane nella zona hanno avvertito la scossa mentre l’unico Comune nel raggio di 10 chilometri dall’epicentro del sisma è quello di Lenti, a 9 chilometri. Nel raggio di 20 chilometri dall’epicentro del sisma si trovano invece i Comuni di Malfa (11 km), Santa Marina Salina (12 km) e Lipari (16 km), tutti situati nella provincia di Messina, con il capoluogo che si trova a 85 chilometri a Ovest dal terremoto, mentre il Comune di Reggio Calabria si trova a 86 chilometri dall’epicentro. Nella giornata precedente, quella di sabato 29 luglio, la provincia di Messina ha fatto registrare altre tre scosse di terremoto tra i Comuni di Olivieri, Mistretta e la Costa siciliana nord orientale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori