SHOCK IN SALA PARTO/ Video, la faccia del padre durante il travaglio è indescrivibile. E poi scoprirà che…

- La Redazione

Dopo aver sofferto ogni pena possibile ad assistere al travaglio e al parto della sua compagna, il padre farà una scoperta clamorosa, ecco di cosa si tratta e le immagini filmate

faccia_padre_sconvolto_parto_WEB_2017
Il padre "sconvolto" dal momento del parto

Ci sono padri che ancora oggi non entrano in sala parto per paura. Ci sono altri padri che invece vi entrano e poi svengono come pere cotte durante il parto. In effetti è una esperienza tosta, però un uomo sensato, di fronte all’immane sofferenza del travaglio che la donna sta passando, dovrebbe solo pensare a starle vicino (e anche a ringraziare il cielo di essere nato uomo). In Olanda la televisione locale trasmette un reality show che racconta la vita di alcune coppie durante la gravidanza seguendole ovviamente in sala parto (Four hands on a belly, quattro mani su una pancia). Uno di questi episodi ha suscitato grande successo e il video postato poi su internet ha realizzato milioni di visualizzazioni. 

Lui, Dalo, entra in sala parto con la sua compagna, Quintana. Non sviene né scappa, ma quello che fa dimostra quanto ci si possa emozionare davanti alla vista di un bambino che nasce, e anche rimanere scioccati per il travaglio. Le sue incredibili reazioni di shock, incredulità, paura e gioia espresse tutte contemporaneamente sono l’immagine pura dello stupore di fronte alla vita che nasce. E naturalmente fanno anche molto ridere. A un certo punto, troppo sconvolto, si copre gli occhi con le mani e fugge in un angoletto della sala, mentre il bambino viene dato alle braccia della mamma. Finalmente trova il coraggio di avvicinarsi al bambino sempre in stato di shock. Tutto bene dunque? Una bella storia no?

Non esattamente. Poco dopo la nascita Dalo per qualche ragione ha fatto un test. Possiamo immaginarci la faccia, dopo quello che abbiamo visto, quando ha visto i risultati. Il figlio è risultato non essere suo. La coppia non vive più insieme. Non tutte le ciambelle riescono col buco. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori