G20 Amburgo/ Scontri in atto: incontro Trump-Putin, i dettagli

- Emanuela Longo

G20 ad Amburgo, ultime news: scontri accesissimi e feriti tra gli agenti ed i manifestanti. A causa delle tensioni muta il programma dei leader, Melania Trump bloccata nella residenza.

Trump_Merkel_G20_Lapresse
Donald Trump e Angela Merkel (LaPresse)

Doveva durare circa quarantacinque minuti, è andato avanti per poù di due ore. Ad Amburgo per il G20, il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump ed il Presidente della Russia, Vladimir Putin, si sono incontrati per fare il punto su molti temi relativi alle tensioni mondiali degli ultimi tempi. Un clima di tensione che ha coinvolto anche Amburgo, con molti scontri e proteste che sono andate in scena a margine del G20. Trump e Putin hanno parlato delle interferenze di Mosca nelle elezioni Usa che sono state negate ancora una volta dal leader del Cremlino. ll risultato più importante nel colloquio fra i due leader è stato l’accordo per una tregua in Siria, che dovrebbe portare a dar via libera all’azione delle forze che stanno combattendo l’Isis, senza ingerenze che hanno di molto rallentato la battaglia contro il sedicente Stato Islamico. Sul clima invece la posizione degli Stati Uniti risulta ancora particolarmente isolata, anche se in questo G20 potrebbe essere trovato un compromesso riguardo gli accordi di Parigi. (agg. di Fabio Belli) 

Ha preso il via questa mattina il G20 ad Amburgo, l’importante summit che vede protagonisti i 20 Stati economicamente più forti e popolati del mondo. Questi saranno alle prese con i delicati temi di politica economica, finanziaria, questioni legate al clima, al commercio, all’occupazione, allo sviluppo ma anche al tema migrazione e alla lotta al terrorismo. Con l’avvio dell’incontro però non sono mancati i primi scontri, come rivela l’agenzia di stampa Ansa. Una sorta di proseguimento del clima già teso di ieri nel corso del corteo e che ha portato a diversi arresti ed al ferimento di agenti e manifestanti. Oggi la polizia tedesca è prontamente intervenuta con gli idranti per far fronte alle proteste degli anti-summit che si erano radunati a poca distanza dal luogo in cui si svolge il vertice G20. In riferimento ai poliziotti feriti, tra ieri e oggi il numero dei coinvolti sarebbe salito a 159, mentre sarebbero un centinaio i manifestanti che avrebbero riportato lesioni, sebbene al riguardo le forze dell’ordine non si siano espresse in modo chiaro. Una fonte citata dallo Spiegel a tal proposito avrebbe denunciato una “azione terrorizzante” da parte della polizia tedesca che starebbe ignorando i diritti dei manifestanti.

L’agitazione tuttavia avrebbe raggiunto livelli elevatissimi e proprio il caos ad Amburgo avrebbe portato a modificare in parte i programmi dei leader e delle relative first lady, a partire da Melania Trump, moglie del presidente Usa, la quale sarebbe rimasta bloccata nella residenza del Senato tedesco (dove alloggia insieme al marito) proprio a causa delle manifestazioni in corso. Lo rivela la Dpa, alla quale la portavoce di Melania ha commentato: “Non abbiamo ricevuto il via libera della polizia per lasciare la residenza”. La tessa Melania Trump è intervenuta nelle passate ore, con un tweet, esprimendo la sua solidarietà nei confronti delle persone rimaste ferite nelle proteste di Amburgo: “Spero stiano tutti bene!”, aveva scritto. Da un punto di vista prettamente politico, il momento più importante della giornata è rappresentato dall’incontro tra il presidente Usa Donald Trump e Vladimir Putin, con il quale il leader della Casa Bianca aveva annunciato: “Abbiamo molto su cui discutere”. Stando a quanto rivelato da Repubblica.it, il portavoce del presidente russo aveva rivelato un primo scambio di convenevoli tra i due leader avvenuto già in mattinata, aggiungendo: “si sono stretti la mano e si sono detti che si incontreranno a breve per un bilaterale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori