Raffaele Casale / Lo chef si schianta in moto a Trani: scontro fatale per il talento della cucina

- Valentina Gambino

Lo chef Raffaele Casale è morto dopo un incidente a Terni: il 28enne si è schiantato contro un palo con la sua moto, tanti i messaggi di cordoglio, aveva lavorato con Cannavacciulo.

raffaele_casale
Lo chef Raffaele Casale

Lo chef Raffaele Casale è morto la scorsa notte dopo uno schianto fatale contro un palo. Il giovane cuoco aveva appena 28 anni e la passione per la cucina che gli scorreva dentro le vene. L’incidente mortale è avvenuto in quel di Trani, città dove il giovane talento della cucina lavorava. Il 28enne originario della Campania infatti, era un vero talento della cucina e le sue creazioni al “Le lampare al fortino” erano già note. “L’ultimo sorriso che ci hai lasciato rimarrà indelebile nei nostri cuori!
Ciao Raffaele!”, scrivono sulla pagina Facebook del ristorante. Tanti i commenti da parte di amici o semplici internauti rimasti sconvolti dalla terribile notizia: “Morire così è assurdo, non si può… tu sei volato tra gli angeli. Ma penso alla mamma che dolore lancinante. Spero che Dio gli darà la forza di sopravvivere”, “Un bravissimo ragazzo oltre che un fuoriclasse in cucina!!”, “Addio Chef… cucinerai fra gli Angeli”, “Ciao Raffaele, siamo stati tuoi ospiti due volte e avremmo voluto esserlo altre duecento, avevi un grandissimo talento”. “Grande Chef… hai reso unico con i tuoi piatti il giorno del nostro matrimonio…profonda tristezza”.

Raffaele Casale, lo chef si schianta in moto e muore sul colpo a Trani

Lo chef Raffaele Casale aveva anche collaborato con grandissimi nomi della cucina italiana, tra cui Antonino Cannavacciuolo. Il giovane era arrivato in Puglia circa un anno fa. Dopo il terribile schianto sul posto sono prontamente arrivati i soccorritori così come la Polizia di Trani al lavoro per ricreare fedelmente le dinamiche dell’incidente che ha causato la morte del giovane 28enne. Il ragazzo si è schiantato in via Martiri di Palermo, in zona Capirro e il tragico accadimento è avvenuto a circa 24 ore di distanza dai tre morti trovati carbonizzati la notte prima. Oltre allo stage con Cannavacciulo (con il quale ha poi collaborato per due anni), lo chef ha avuto modo di lavorare anche nelle cucine di Moreno Cedroni alla Madonnina del Pescatore di Senigallia per poi diventare il braccio destro di Gaetano Trovato, lo chef dello storico ristorante Arnolfo a Colle Val d’Elsa in provincia di Siena. Il prossimo 27 marzo Raffaele avrebbe compiuto 29 anni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori