ATTENTATO BARCELLONA/ Ucciso il killer Younes Abouyaaquoub: aveva cintura esplosiva (ultime notizie)

- Emanuela Longo

Attentato Barcellona, identificato l’autista del furgone che ha travolto la folla sulla Rambla. E’ il 22enne Younes Abouyaaqoub, forse in fuga in Europa.

attentato_barcellona_spagna_catalogna_polizia_terrorismo_furgone_folla_rambla_lapresse_2017
Italiano accoltellato a morte a Barcellona (Foto: LaPresse)
Pubblicità

La fuga di Younes Abouyaaqoub è finita: i media spagnoli hanno inizialmente riferito del suo arresto, ma la tv pubblica ha successivamente annunciato l’uccisione dell’autore della strage di Barcellona. Sarebbe dunque lui secondo Rtve l’uomo con una sospetta cintura esplosiva abbattuto a Subirats, a nord della città catalana. Ricercato in tutta Europa da giovedì scorso, il 22enne marocchino autore dell’attentato di Barcellona sarebbe stato ucciso, ma mancano ancora informazioni ufficiali. La polizia catalana aveva annunciato sul suo account Twitter un’operazione a Subirats, nella regione di Altos del Subirat, dopo una segnalazione di una persona sospetta, ma non ha ancora confermato la notizia della morte di Younes Abouyaaqoub. Per ora si è limitata ad annunciare di aver abbattuto un uomo con la cintura esplosiva addosso. A breve ci sarà una conferenza stampa che farà definitivamente chiarezza sull’operazione. (agg. di Silvana Palazzo)

Pubblicità

BILANCIO UFFICIALE È DI 15 MORTI 

Il bilancio delle vittime dell’attentato di Barcellona è salito a 15 morti. La polizia spagnola ha stabilito che Pau Perez è stato ucciso dal terrorista Younes Abouyaaqoub, in fuga dopo l’attentato. Il giovane è stato trovato morto all’interno di un’auto che aveva forzato un posto di blocco poco dopo la strage della Rambla. Sono 130 invece i feriti, di cui 51 ricoverati negli ospedali della città catalana dopo l’attentato e tra questi 15 versano in gravi condizioni. Intanto la polizia all’alba di oggi ha condotto nuove perquisizioni nel centro di Ripoll, ma non vi sono stati arresti. Stando a quanto riportato da La Vanguardia, la polizia avrebbe portato via dall’edificio perquisito due borse e una scatola. Il presidente della Generalitat, Carles Puigdemont, ha invece negato che la Cia abbia mai avvisato le forze di sicurezza catalane circa un possibile attentato a Barcellona. «Non esiste alcun contatto» con le agenzie di intelligence internazionali. (agg. di Silvana Palazzo)

Pubblicità

IDENTIFICATO L’AUTISTA DEL VAN

E’ stato identificato l’autista del van che lo scorso giovedì pomeriggio ha fatto irruzione sulla Rambla, a Barcellona, investendo la folla e provocando morti e feriti. Come riferisce El País, si tratta di Younes Abouyaaqoub, marocchino 22enne che fino a qualche giorno fa conduceva, almeno solo apparentemente una vita normale a Ripoll. Secondo fonti della polizia, i suoi documenti sono stati trovati all’interno del secondo furgone intercettato dai Mossos a Vic. Ora è lui il principale ricercato sul quale si è concentrata tutta l’attenzione della polizia catalana e non solo. Questa mattina, il quotidiano spagnolo è riuscito ad entrare in possesso di alcune immagini esclusive che mostrerebbero il sospettato dell’attentato a Barcellona intento a fuggire dal mercato della Boqueria. Sono immagini che immortalano il 22enne proprio negli istanti successivi all’attacco sulla Rambla. Ora, il sospetto della polizia è che dopo essere uscito dal mercato il terrorista abbia raggiunto la zona universitaria dove avrebbe rubato un’auto, proseguendo la sua fuga.

IL TERRORISTA POTREBBE AVER LASCIATO IL PAESE

Nella mattinata odierna, il ministro degli Interni della Catalogna, Joaquin Forn, ha confermato che il 22enne Younes Abouyaaqoub era alla guida del furgone che ha travolto la folla sulla Rambla, rendendosi l’autore del drammatico attentato di Barcellona. E’ lui, dunque, il super-ricercato del quale dallo scorso giovedì si sono perse le tracce. Ora però, il dubbio del ministro Forn è che il terrorista abbia già abbandonato il Paese, sebbene non ci siano elementi utili a confermare tale tesi. Più che una certezza, un sospetto drammaticamente concreto. E’ stato lo stesso ministro, in un’intervista a Catalunya Ràdio a confermare il grande impegno e la collaborazione della polizia di altri paesi poiché la ricerca del terrorista si sarebbe estesa “in tutti i paesi europei”. Dopo aver travolto decine di persone, aver indossato un paio di occhiali da sole ed essersi confuso nella folla attraversando il mercato della Boqueria senza correre, dunque, Younes Abouyaaqoub potrebbe aver lasciato Barcellona e la Spagna ed attualmente starebbe proseguendo la sua fuga da qualche parte in Europa. La caccia all’uomo è ufficialmente aperta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori