ULTIME NOTIZIE/ Di oggi ultim’ora: Verona, infermiera arrestata per dose morfina ad un neonato (3 agosto 2017)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: fermata una nave Ong dei migranti. Scontro totale tra la Francia e l’Italia. Abolizione della tessera del tifoso. F1, vola Vettel. (3 agosto 2017). 

porta_ospedale_pixabay
Ospedale (Pixabay)

INFERMIERA ARRESTATA PER DOSE DI MORFINA A NEONATO

Gravissimo fatto di cronaca avvenuto a Verona: le ultime notizie rivelate dalla Polizia e dalla Procura di Verona danno notizia di una infermiera arrestata mentre era in servizio all’Asl veronese: avrebbe dato una dose di morfina, senza alcuna prescrizione medica, a un neonato. Pare dalle primissime novità che provengono dai media locali che il neonato sia ora fuori pericolo ma abbia rischiato grosso con una overdose immediata e un forte arresto respiratorio. La donna, secondo quanto riporta il Corriere della Sera, avrebbero dato la morfina al piccolo “per farlo stare tranquillo”, anche se ovviamente ora gli inquirenti dovranno capire bene origine, cause e motivazioni del gesto folle per il quale l’infermiera è stata arrestata. Clicca qui per il nostro pezzo approfondito.

MIGRANTI, FERMATA NAVE ONG

La guardia costiera di concerto con la polizia di stato, ha fermato e posto sotto sequestro una nave appartenente ad un organizzazione non governativa, dedita all’aiuto ai migranti. La nave è la Iuventa, essa appartiene alla ONG tedesca Jugend Rettet, un organizzazione che non ha firmato il codice di regolamentazione voluto dal nostro governo. Sull’imbarcazione sono stati ritrovati alcuni siriani privi di documenti, il sospetto è che essi siano stati consegnati dai trafficanti ai responsabili della nave, per permettere il loro ingresso in acque italiane. Nessuna dichiarazione è arrivata dalla ONG, il PM che ha autorizzato il sequestro ha invece sottolineato come l’operazione era pianificata da tempo, e non può essere inquadrata come una “ritorsione” per la mancata firma.

RICOVERATO FRANCO ZEFFIRELLI 

Il noto regista Franco Zeffirelli è stato ricoverato ieri per l’aggravamento della sua situazione medica. Il tutto è stato disposto in una clinica della capitale. L’uomo ha 94 anni e pare abbia una polmonite. Franco Zeffirelli pochi giorni fa aveva dovuto rinunciare, proprio per le sue condizioni fisiche, all’inaugurazione a Firenze di un museo che gli è stato dedicato. E’ sicuramente uno dei più grandi registi italiani della storia che è stato portato al successo da numerose opere. Nelle prossime ore dovrebbero arrivare altre novità sulla sua condizione di salute che sicuramente anche per l’età molto avanzata è più grave del previsto. Di certo il caldo eccessivo che si vive in questi giorni non è un elemento che aiuta. 

SCONTRO TOTALE TRA FRANCIA E ITALIA

Dopo la situazione dei cantieri STX scoppia la polemica italo francese anche sull’operazione Vivendi-Tim. Il governo italiano ha infatti chiesto l’avvio di un istruttoria europea, per verificare la regolarità dell’operazione finanziaria con cui il colosso francese ha cercato di assumere il controllo dell’azienda di telefonia italiana. Per i responsabili economici del nostro esecutivo le telecomunicazioni sono un asset strategico della nostra economia, e per questo l’operazione deve essere chiara e trasparente. Fonti qualificate del ministero difendono la richiesta di informazioni voluta dall’esecutivo, e sottolineano che il ruolo di controllo è un ruolo che il governo deve adoperare, qualora ci siano dubbi sulle attività messe in opera.

ABOLIZIONE DELLA TESSERA DEL TIFOSO

Una decisione che cerca di riportare le famiglie allo stadio, quella comunicata oggi dal presidente del CONI Malagò, alla fine della audizione in commissione antimafia. Malagò ha sottolineato che è allo studio l’abolizione della tessera del tifoso, pastoia burocratica che ha contribuito all’allontanamento delle famiglie dai campi italiani. Il resoconto sulla tessera non è positivo, essa non è riuscita ad allontanare i violenti dallo stadio, ma è stata decisiva per evitare l’acquisto dei tifosi del biglietto, stante le tante incombenze per ottenerla. Comunicata anche l’intenzione di permettere la vendita dei biglietti fino a qualche minuto prima dell’inizio delle partite, cosa che avviene già in tutti i campi di calcio europei.

CALCIOMERCATO, OPERAZIONE RECORD

Ancora manca l’ufficialità ma ormai si devono limare solo i dettagli, per quella che sembra una delle operazioni più costose del calcio mercato mondiale: il trasferimento di Neymar dal Barcellona al PSG. Il club francese di proprietà di uno sceicco mediorientale è pronto a staccare un assegno di 600 milioni di euro, 222 per pagare la clausola rescissoria, 30 di compenso netto all’attaccante all’anno per cinque anni, più vari bonus legate alle presenze e ai risultati. Scontata l’attenzione alta dell’UEFA, il club francese ha aggirato infatti i “paletti” del fair play finanziario “sponsorizzando” lo stesso giocatore per una cifra superiore ai 300 milioni di euro, cifra che permetterà allo stesso attaccante di pagare la clausola senza incidere sul bilancio del club francese. Il trasferimento potrebbe essere lo spartiacque dell’intero calcio mercato mondiale, e di certo fa sembrare bazzecole le cifre finora spese per altri giocatori di pari livello.

CALCIOMERCATO, LE ULTIME DALL’ITALIA

Alla Lazio sembra riaprirsi il fronte del rinnovo del contratto per Stefan De Vrij, che potrebbe prolungare fino al 2022 in biancoceleste con una clausola rescissoria di 25 milioni di euro. All’Inter attendono l’arrivo di Vecino, anche se Spalletti si attende rinforzi di maggiore spessore. Alla Roma potrebbe tramontare la pista Mahrez: Juan Mata potrebbe essere l’alternativa all’algerino come esterno d’attacco per Di Francesco. EUROPA LEAGUE, MILAN IN CAMPO Stasera il rinnovatissimo Milan di Vincenzo Montella giocherà il ritorno del terzo turno preliminare di Europa League contro l’Universitatea Craiova, con i romeni battuti all’andata grazie a un gol di Gonzalo Rodriguez. Attesi circa 60.000 spettatori, un’affluenza che il tecnico in conferenza stampa ha definito di grande incoraggiamento. Montella ha infine affermato di non aver ancora scelto a chi affidare la fascia di Capitano.

FORMULA 1, I PRIMI TEST SORRIDONO A VETTEL

In Formula 1 ultimi test prima della pausa estiva: in Ungheria la Ferrari continua a far registrare tempi importanti dopo la doppietta piazzata all’Hungaroring domenica scorsa. La continuità sarà fondamentale per le Rosse, l’anno scorso calate inesorabilmente dopo una buona partenza, fino a scivolare dietro alle Red Bull. Grande tifo da parte dei supporters polacchi per Robert Kubica, che a 32 anni e dopo un gravissimo incedente che stava per costargli la vita, potrebbe tornare presto in pista con la Renaul.

MONDIALE ATLETICA LEGGERA

E’ tutto pronto per i Mondiali di Atletica Leggera che andranno in scena a Londra a partire dal prossimo 4 agosto. Una competizione che chiuderà un’era visto che si tratterà dell’ultimo Mondiale, e quasi sicuramente dell’ultima grande competizione, per Usain Bolt, il campione che ha sconvolto la velocità e che ha portato il record del mondo dei 100 metri a 9’58”. Tutti i fari del Mondiale saranno puntati su Bolt, ma ci saranno anche altri protagonisti da tenere d’occhio. A partire da Mo Farah, l’idolo di casa che cercherà di regalare alla Gran Bretagna altri ori nel mezzofondo. Mariya kuchina cercherà invece di ritoccare il record nell’alto femminile della Kostadinova, che resiste ormai da trent’anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori