“Non c’avete un altro servizio sui negri cattivi?”/ Video, scontro tra Raimo e Sallusti in diretta tv

- Emanuela Longo

Il cartello provocatorio di Christian Raimo contro Sallusti e la trasmissione di Rete 4, sul tema dei migranti. Il giornalista abbandona il collegamento e si sfoga su FB.

christian_raimo_dalla_vostra_parte
Christian Raimo, Dalla vostra Parte

Lo sgombero dei migranti è stato l’argomento centrale nel corso della trasmissione di Rete 4, Dalla vostra parte, dello scorso martedì. Un argomento scottante e che ha sollevato una dura polemica in diretta tv tra il giornalista di Internazionale, Christian Raimo ed il direttore del quotidiano Il Giornale, Alessandro Sallusti, entrambi in collegamento con il programma di Maurizio Belpietro. Con un cartello piuttosto eloquente, Raimo ha espresso la sua posizione del tutto opposta rispetto a quella di Sallusti sull’argomento migranti. “Non c’avete un altro servizio sui negri cattivi?”: recita così il cartello provocatorio con il quale è stato interrotto l’intervento del direttore del Giornale, prima che il giornalista di Internazionale abbandonasse la trasmissione. Non solo Raimo ha fatto intendere la sua posizione opposta rispetto a quella del collega ma ha colto l’occasione per criticare aspramente lo stesso programma Mediaset definendolo una “meravigliosa trasmissione del 1930”. Il video con l’intervento di Sallusti e la relativa polemica di Raimo ha trovato spazio sull’account Twitter del direttore del Giornale, prima che il giornalista di Internazionale riservasse un lungo post su Facebook, riconfermando la sua invettiva contro la linea di pensiero della trasmissione di Belpietro.

IL POST SU FACEBOOK: “È UNA TRASMISSIONE ORRIPILANTE”

E’ polemica asprissima, quella tra Alessandro Sallusti e Christian Raimo. Le loro, due posizioni del tutto differenti sul tema immigrati. “I neri in Italia so’ i peggio”, ha commentato il collegamento ed in diretta tv Raimo, esplicitando quella che, a sua detta, rappresenterebbe la vera mentalità che regge il giornalismo di Dalla vostra parte. Un confronto, quello con Sallusti, che il giornalista romano non ha portato a termine ma nel quale, prima di abbandonare il programma, ha asserito: “Mi dispiace che lei diriga un giornale, fortunatamente io leggo altre cose”. Un atteggiamento, quello del giornalista di sinistra, che sui social non è molto piaciuto, come rivela l’HuffPost, al punto da essere bersaglio di numerosi attacchi e critiche. Intanto, proprio su Facebook lo stesso ha riservato un lunghissimo post nel quale ha ribadito la sua posizione. “È una trasmissione orripilante, che si compone essenzialmente di servizi, girati con i piedi, su neri che stuprano, neri che rubano, neri che minacciano bambini, neri che occupano le case degli italiani, neri che sono troppi, neri che se ne dovrebbero andare, neri che è già tanto che li sopportiamo e non li facciamo affogare tutti”, scrive Raimo. “Ma il razzismo, il razzismo elementare, ottocentesco, di Belpietro e Sallusti, non è il solo problema di Dalla parte vostra”, ha aggiunto il giornalista, che ne ha criticato fortemente “l’assoluta incapacità giornalistica, la povertà assoluta dal punto di vista del mestiere”. Poi, rivolgendosi a coloro che sui social lo stanno insultando, ha replicato: “gli risponderò con la stessa franca risata con cui, prima di andarmene a metà, ho opposto ieri a Sallusti che affermava che nel Corano c’è scritto di fare attentati terroristici”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori