80ENNE STUPRATA NEL PARCO A MILANO/ Aggressore “probabilmente straniero”, avvicinata con fare gentile

- Emanuela Longo

80enne stuprata nel parco a Milano, ultime news: anziana sotto shock. Avvicinata con fare gentile, fatta cadere a terra e trascinata con sè. L’aggressore forse straniero.

carabinieri_lapresse_2017
Carabinieri (LaPresse)

In un momento particolarmente delicato come quello attuale, in cui i casi di violenze sessuali si moltiplicano in modo spaventoso, si inserisce un nuovo episodio choc avvenuto ieri mattina a Milano, in pieno giorno. La vittima è un’anziana donna di 80 anni la quale ha denunciato lo stupro alle Forze dell’ordine. A riportare l’assurda storia è il quotidiano online Repubblica: secondo quanto raccontato dall’anziana, ieri mattina intorno alle 9:30 si trovava in una zona del Parco Nord di Milano. E’ qui che avrebbe subito l’inaudita violenza da parte di un uomo che la stessa ha descritto come “probabilmente straniero” e che poi si è allontanato prima che l’80enne potesse chiedere aiuto. Inizialmente condotta nel vicino ospedale Niguarda, l’anziana è poi stata trasferita alla clinica Mangiagalli, specializzata nell’assistenza a vittime di abusi. Qui i medici hanno appurato la violenza subita e, nonostante il forte shock, questa mattina è stata dimessa.

AVVICINATA CON UNA SCUSA, FATTA CADERE E TRASCINATA

Sul caso sono attualmente in corso le indagini da parte degli investigatori intenzionati a fare totale luce sull’inquietante vicenda di violenza, l’ennesima, a scapito di una donna, indipendentemente dalla sua età. L’intento è quello di individuare con esattezza il luogo in cui sarebbe stata abusata. Stando al racconto dell’anziana vittima, ieri mattina sarebbe uscita di casa intorno alle 8:00. Mentre stava percorrendo una strada a ridosso del parco, un uomo le si sarebbe avvicinato attaccando bottone con una scusa banale ed intenzionato ad aiutarla con fare gentile. Dopo alcuni minuti ed un breve percorso insieme, l’avrebbe fatta cadere e trascinata con sé, abusando di lei. Ora gli uomini della squadra mobile di Milano, oltre alle testimonianze dell’80 stanno procedendo anche all’analisi delle immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona al fine di ricostruire le tappe dell’aggressione e dare un volto ed un nome al responsabile.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori