MODELLA RUBA DA HARRODS, GIUDICE LA GRAZIA/ Colta sul fatto, ma niente carcere: “hai un futuro”

- Silvana Palazzo

Modella ruba da Harrods, giudice la grazia. Niente carcere per Natalia Sikorska: “È una donna di notevole talento”. E scoppia il dibattito. Le ultime notizie e il precedente

natalia_sikorska
Natalia Sikorska

Una modella e attrice polacca è stata colta in flagranza di reato mentre provava a rubare vestiti firmati (per migliaia di euro) da Harrods, ma non deve scontare neppure un giorno di carcere. Perché il giudice è stato così generoso con Natalia Sikorska? La 28enne è una «donna di talento». A questo punto a tutte le lettrici sarà sorto un dubbio: basta essere delle donne talentuose per non finire dietro le sbarre? La modella sopracitata ha rubato vestiti del valore di oltre mille euro ciascuno da Harrods lo scorso 5 luglio, nonostante non avesse difficoltà economiche, visto che ha posato per marchi importanti: da Saint Laurent Paris a Globe Trotter e Hugo Boss. Iscritta alla facoltà di economia azienda all’università di Westminster, Natalia Sikorska è stata condannata a soli 12 mesi, ma grazie alla condizionale ha potuto evitare il carcere. Tutto merito del suo grande talento: «Sei una nuova arrivata in Gran Bretagna e sei anche una studentessa con un posto all’università. Sei intelligente, hai un grande talento. Rubare la merce, in qualsiasi negozio, è sbagliato. Hai messo a rischio il tuo futuro con quest’azione», le ha spiegato il giudice Grant McCrostie. «Per il fatto che ti sei dichiarata subito colpevole e visto che hai un futuro potenzialmente brillante davanti a te, sarò più clemente. Hai avuto un’altra possibilità, ma non abusarne. Resta fuori dai guai».

MODELLA POLACCA SALVATA DALLA CONDIZIONALE… E DAL SUO TALENTO

IL PRECEDENTE E IL DIBATTITO

Non è il primo caso di questo tipo: a maggio una studentessa inglese di 24 anni, Lavinia Woodward, non venne condannata al carcere, nonostante avesse malmenato e accoltellato ad una gamba il fidanzato mentre era ubriaca e drogata. Il giudice Ian Pringle, che la definì molto intelligente e promettente, non volle rovinarle la carriera di cardiochirurgo. Casi destinati a far discutere perché, sebbene si tratti di reati minori, è giusto che vengano comunque sanzionati. La pena non può variare a seconda del talento che può vantare chi commette il reato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori