STERMINA LA SUA FAMIGLIA E SI UCCIDE/ Francia, spari in stazione a Noyon: poliziotto uccide moglie e figli

- Silvana Palazzo

Francia, stermina la sua famiglia e si uccide: spari in stazione a Noyon, poliziotto uccide moglie e figli. Le ultime notizie di oggi sul triplice omicidio e successivo suicidio

elezioni_francia_voto_polizia_lapresse_2017
Ultime Notizie, delitto antisemita in Francia (LaPresse)

Terrore a Noyon, nella Francia settentrionale: questa mattina nella stazione ferroviaria sono stati uditi colpi di pistola. Quello che all’apparenza poteva sembrare un attentato si è rivelato essere poi un dramma familiare. Tre persone sono state uccise: una donna e i suoi figli di 3 e 5 anni le vittime. I colpi di arma da fuoco sono partiti dal marito, che poi si è suicidato. Il portavoce della prefettura di Compiegne ha escluso subito la pista terroristica: da fonti di polizia è emerso che si sarebbe trattata di una disputa familiare. La donna uccisa con i figli stava lasciando Noyon con l’aiuto di un amico di famiglia, quando il marito è entrato in stazione aprendo il fuoco contro la sua famiglia. I dettagli del triplice omicidio, e del suicidio finale dell’assassino, sono stati riportati dall’agenzia France Presse, secondo cui la tragedia è avvenuta alle 11.30. L’autore del delitto è un funzionario di polizia, di stanza nella prefettura di Parigi, che non riusciva ad accettare di essere lasciato dalla moglie.

LA RICOSTRUZIONE DEL TRIPLICE OMICIDIO

Secondo fonti della polizia, marito e moglie avevano già litigato in mattinata, infatti erano stati chiamati i gendarmi. La moglie aveva annunciato loro l’intenzione di lasciarlo. Il marito è apparso calmo agli agenti, ai quali aveva garantito che un vicino avrebbe condotto moglie e figli alla stazione. La procuratrice Virginie Girard ha poi spiegato che l’uomo si è presentato in stazione per colpire la sua famiglia, non precisando se abbia usato la sua arma di servizio. Le telecamere di videosorveglianza della stazione hanno registrato la presenza di alcuni testimoni, per questo la polizia li ha invitati a presentarsi in caserma per fornire il loro contributo alle indagini. A differenza di quanto emerso all’inizio, il killer era uno solo e non due, quindi la polizia non è alla ricerca di un altro individuo. Non sono mancati comunque disagi nella circolazione dei treni, che secondo il giornale regionale Courrier Picard sulla tratta Parigi/Saint-Quentin non hanno inizialmente effettuato la fermata di Noyon. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori