ATTACCO CON GAS IRRITANTE IN AEROPORTO?/ Francoforte, allarme rientrato: lievi irritazioni per 6 persone

- Emanuela Longo

Attacco con gas irritante in aeroporto? Scene di panico a Francoforte sulla cui vicenda sono in corso le indagini della polizia per fare luce sull’accaduto misterioso.

aeroporto_francoforte_lapresse
Bologna, partorisce in aeroporto (Foto: LaPresse)

Allarme stamattina all’aeroporto di Francoforte dopo che sei persone sono rimaste intossicate in seguito all’esposizione ad un gas irritante. È accaduto alle 11 di oggi, lunedì 11 settembre 2017. Non è ancora chiaro come il gas si sia diffuso nell’area dei check-in, ma tempestivo è stato l’intervento dei vigili del fuoco. L’aeroporto di Francoforte ha fatto sapere su Twitter che le operazioni condotte dai pompieri sono terminate nelle ore scorse e che la zona dell’aeroporto interessata dall’incidente è stata riaperta. Inoltre, non sarebbe stata trovata alcuna sostanza pericolosa: le sei persone coinvolte sono state curate per lievi irritazioni alle vie respiratorie, quindi l’allarme è rientrato. Le indagini della polizia dovranno accertare cosa è accaduto all’aeroporto di Francoforte, ma al momento l’ipotesi più accreditata è che si sia trattato di un incidente. (agg. di Silvana Palazzo)

POLIZIA, “POSSIBILE INCIDENTE O SCHERZO”

Non un attacco, bensì un incidente: è stato ridimensionato quanto avvenuto all’aeroporto di Francoforte sul Meno stamattina. Sei persone sono state leggermente ferite a causa di un gas urticante, quindi si è pensato subito ad un attacco terroristico. Un portavoce della polizia federale ha dichiarato che potrebbe essersi trattato di un problema tecnico, «un disguido oppure uno scherzo di cattivo gusto». La polizia tedesca comunque continua le indagini: «In ogni caso non partiamo dal presupposto che ci sia stata una rilevante volontà criminale dolosa dietro quanto avvenuto», ha precisato il portavoce. La polizia non ha citato alcun fermo relativo al problema verificatosi a un check-in. Al terminal 1 dell’aeroporto di Francoforte sul Peso si è verificato un problema di tipo respiratorio per alcune persone che stavano per imbarcarsi, ma non si può ancora parlare di attacco. (agg. di Silvana Palazzo)

INDAGINI IN CORSO, È GIALLO-TERRORISMO

E’ giallo su quanto accaduto oggi all’aeroporto di Francoforte, dove si sospetta un attacco con gas irritante avvenuto nell’area check-in del Terminal 1. A riportare la notizia è il quotidiano tedesco Bild che parla di scene di panico tra i passeggeri sebbene attorno alla vicenda sia calato un alone di mistero. Non è per nulla chiaro, infatti, quanto avvenuto presso l’aeroporto quando, secondo le prima notizie, pare che uno sconosciuto abbia spruzzato nell’area una sostanza irritanti, simile a gas lacrimogeno, provocando sei feriti lievi. E’ questo il bilancio riferito dalla polizia tedesca che al momento non parla affatto di attacco con gas ma specifica che “le cause non sono chiare”. Attualmente sono in corso le indagini per fare totale luce su quanto accaduto e ciò ha reso necessario anche l’intervento dei vigili del fuoco che si sarebbe già concluso nei passati minuti. Resta però ancora da capire cosa sia realmente accaduto nell’aeroporto di Francoforte.

ALLARME RIENTRATO MA PROSEGUONO LE INDAGINI

Il timore di un attentato con mezzi diversi rispetto agli ultimi a cui siamo stati tristemente abituati – van e camion sulla folla – resta altissimo. Anche per questo ha destato panico il presunto attacco con gas irritante avvenuto oggi all’aeroporto di Francoforte, anche se l’iniziale allarme sembrerebbe essere già rientrato. Secondo un portavoce di Fraport, la società che gestisce ufficialmente l’aeroporto di Francoforte, stando a quanto dallo stesso riferito al giornale Hamburger Abendblatt, sei passeggeri avrebbero riportato lievi problemi agli occhi e alla respirazione. Subito dopo il presunto attacco gli sportelli del check-in erano stati chiusi ma ora la situazione sembra nuovamente essere tornata alla normalità. Nell’aria, inoltre, non ci sarebbero più tracce della presenza di presunti gas lacrimogeni quindi l’allarme sarebbe del tutto rientrato. Le indagini della polizia, però, non si fermano al fine di smentire categoricamente il presunto rischio attentato, timore ormai perennemente presente in tutta Europa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori