BULLISMO CONTRO IL PROF/ Video, Camogli: studenti obbligano l’insegnante a fare il saluto fascista

- Paolo Vites

Episodio di bullismo da parte degli studenti nei confronti di un professore, accaduto all’istituto nautico di Camogli, ecco di cosa si tratta in questa notizia approfondita dal video

scuola_studenti_4_lapresse_2016
LaPresse

Una scena allucinante, di cui si è venuti a conoscenza solo grazie a un sito web straniero che pubblica filmati di cronaca anche violenti. Ma accade in Italia, nella splendida località turistica di Camogli in Liguria, nel locale istituto nautico la cui fama di essere “inquieto” dura da dcenni, anche per il fatto di essere frequentato al 90% da maschi. Quanto si vede nel video prova che oggi il livello di bullismo da parte degli studenti non colpisce solo giovani contro giovani, ma ha l’ardire di rendere vittima della violenza umiliatrice degli studenti anche i docenti, anche se non violenza fisica. Nel video si vede un professore letteralmente coperto di urla dei ragazzi scatenati che lo incitano a fare il saluto fascista, mentre lui evidentemente intimorito rimane in piedi attaccato alla sua borsa, frastornato. Alza velocemente il braccio come gli ordinano, sperando forse che l’attacco finisca, ma gli studenti insistono.

Lo obbligano a cantare qualche verso di Faccetta nera, uno degli inni dell’epoca fascista. A questo punto uno di loro si avvicina e lo prende per un braccio, per fargli fare ancora il saluto al Duce, ma lui finalmente perde la calma e spinge via il giovinastro uscendo di classe. Gli studenti ridono sguaiatamente alla sua uscita. La scena sembra risalga allo scorso marzo, l’insegnante, un precario conosciuto come persona un po’ fragile che difficilmente riesce a mantenere l’ordine in classe, non ha sporto denuncia. Adesso che il video fa il giro di internet interviene finalmente la preside, chissà come all’oscuro di questi gesti di bullismo nella sua scuola: “Non ero a conoscenza del video ed è una cosa molto grave. Faremo accertamenti sul filmato e capiremo chi siano questi ragazzi. A quel punto, se nel frattempo non sono già usciti dalla nostra scuola perché hanno finito il loro percorso di studi da noi, il consiglio di classe o il consiglio di istituto prenderà dei provvedimenti nei loro confronti”. 

CLICCA SU QUESTO LINK PER VEDERE IL VIDEO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori