ALLARMI BOMBA SIMULTANEI A MOSCA/ Video, 10mila evacuati da stazioni e negozi per terrorismo ‘telefonico’

- Niccolò Magnani

Circa 20 allarmi bomba simultanei a Mosca: video, 10mila persone evacuate da negozi, shopping center, università e stazioni ferroviarie per terrorismo “telefonico”. Il falso allarme e…

russia_mosca_allarme_bomba_evacuazione_terrorismo_twitter_2017
Venti allarmi bomba simultanei a Mosca (Twitter)

Il fatto ha davvero dell’insolito: in questi minuti a Mosca sono stati fatti evacuare circa 15mila persone dopo una ventina di chiamate praticamente uguali a negozi, shopping center, università e stazioni ferroviarie, insomma tutti i luoghi di maggiore frequentazione della capitale russa. Secondo quanto riportato da Russia Today – qui sotto anche i primi video dell’incredibile mobilitazione – oltre diecimila persone sono stai fatti evacuare in fretta e furia per allarmi bomba praticamente simultanei, quasi una ventina. Il panico inizialmente ha preso largo spazio e si è vista gente correre fuori dalle strutture per paura di reali attentati terroristici, come purtroppo successo qualche mese fa a San Pietroburgo (e in molte altre località europee, come purtroppo sappiamo bene). Poi però, col passare dei minuti, si è assistito alla strana scena ripetuta in numerosi negozi, università e stazioni del centro di Mosca con la gente sempre più attonita e meno impaurita nel cercare di capire cosa stesse avvenendo.

TERRORISMO “TELEFONICO”?

Una fonte dei servizi di intelligence russi a rivelato all’agenzia Tallas, «Sembra un caso di ‘terrorismo telefonico’, ma dobbiamo verificare la credibilità di questi messaggi». Una telefonata praticamente che si è ripetuta quasi simultaneamente per circa 20 strutture, come spieghiamo qui sopra: «le chiamate sono arrivate allo stesso tempo e sono proseguite anche dopo l’inizio delle evacuazioni», come ha riferito a Russia Today. Come spiega invece Il Messaggero, «tra i luoghi colpiti dagli allarmi bomba ci sono le stazioni ferroviarie più importanti della capitale, oltre una dozzina di centri commerciali, tra cui il celebre GUM sulla Piazza Rossa, un hotel – il Kosmos – e almeno tre università». Il falso allarme oramai sembra appurato e non è certo il primo in Russia in questi giorni: allarmi simili sono scattati dal 10 settembre a oggi a Ufa, Celiabinsk, Krasnoiarsk, Vladivostok, Magadan e Omsk.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori