“Veste troppo all’occidentale”/ La Spezia, marocchino picchia e violenta compagna islamica: denunciato

- Emanuela Longo

Marocchino residente a La Spezie picchia e violenta compagna islamica perché senza velo dopo essere stato rimproverato da un amico sul fatto che vestisse troppo all’occidentale.

velo_donna_islamica_pixabay
Pixabay

E’ bastato un rimprovero da parte di un amico a scatenare l’ira di un marocchino 31enne contro la sua compagna, “rea” di vestire troppo all’occidentale. Per questo la donna è stata picchiata e violentata quasi fosse una sorta di punizione al fatto che avesse deciso di rinunciare al velo. L’episodio si è consumato in Italia e più precisamente a Torino ed a rivelare la storia di inaudita violenza a scapito della donna islamica, anche lei nordafricana, è stata l’agenzia di stampa Ansa. La vicenda è avvenuta lo scorso luglio nel capoluogo Piemontese, dove la coppia marocchina, residente a La Spezia, era ospite di un amico. Quest’ultimo avrebbe redarguito il 31enne per via di quel vestiario considerato troppo all’occidentale indossato dalla compagna. Da qui, la decisione di fargliela “pagare” picchiandola e violentandola, quasi a voler dimostrare all’amico quale sia il suo ruolo nella coppia.

ORA PROTETTA DA RETE ANTIVIOLENZA

A carico del marocchino 31enne, accusato di maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale è prontamente scattata l’inevitabile denuncia. L’episodio di violenza si è scatenato dopo che l’amico della coppia, nonché padrone di casa, durante una cena che vedeva ospiti i due marocchini avrebbe avanzato alcune considerazioni sul fatto che la donna vestisse senza il velo. Le risposte di quest’ultima avrebbero scatenato la reazione del compagno, che l’avrebbe prima presa a schiaffi per poi trascinarla successivamente in camera da letto dove si sarebbe consumata la violenza sessuale. Qui, infatti, a notte fonda avrebbe obbligato la compagna ad avere un rapporto sessuale con lui, il tutto mentre continuava a picchiarla. A quanto pare quella non era certo la prima volta che la donna subiva violenza dal compagno e così, il giorno seguente, la marocchina avrebbe fatto ritorno da sola nel capoluogo Ligure. Ricoverata all’ospedale Galliera è poi tornata a casa a La Spezia dove ha deciso di presentare denuncia. In seguito all’avvio delle indagini sono venute alla luce le numerose vessazioni messa in atto dall’uomo, mentre ora la compagna è protetta da una rete antiviolenza.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori