Stuprata e legata nuda a un palo/ Villa Borghese, Roma: Raggi, “Governo intervenga con leggi speciali”

- Silvana Palazzo

Roma, orrore a Villa Borghese: stuprata e legata nuda a un palo. Tedesca 57enne soccorsa da tassista: la prima ricostruzione e le indagini, le ultime notizie e gli aggiornamenti

villa_borghese_roma_pixabay
Roma, orrore a Villa Borghese: stuprata e legata nuda a un palo

Il giorno la brutale aggressione e stupro in Villa Borghese, il programma condotto da Barbara D’Urso Pomeriggio 5 torna sul caso della donna 57enne violentata ieri notte a Roma: intanto impazza la polemica dopo la terza vittima di aggressione e violenze sessuali nel giro di una sola settimana nella Capitale, con il sindaco Virginia Raggi che proprio questa mattina ha invocato l’intervento del Governo per rendere più sicure le strade romane. »L’amministrazione sta provvedendo a potenziare il sistema di videosorveglianza con più telecamere: sono un deterrente. Servono più forze dell’ordine per presidiare capillarmente il territorio e in particolare le periferie. Di tutto questo ne parlerò domani al Comitato per l’Ordine e la Sicurezza convocato in Prefettura a Roma. Servono più forze dell’ordine per presidiare capillarmente il territorio e in particolare le periferie. Di tutto questo ne parlerò domani al Comitato per l’ordine e la sicurezza convocato in Prefettura a Roma». Il sindaco M5s chiede più leggi e speciali contro la violenza nelle strade, ma il caso della senzatetto tedesco dimostra una volta di più che le richieste di maggiori controlli e sorveglianza innalzati negli ultimi mesi dopo i gravi episodi di stupri e aggressioni ancora non abbiano sortito l’effetto sperato. (agg. di Niccolò Magnani)

“MI HA PRESO PER I CAPELLI E VIOLENTATA”

Ce l’aveva quasi fatta a sfuggire al suo aggressore, ma poi è stata raggiunta e bloccata: questo è uno dei tanti particolari raccontati dalla 57enne tedesca che è stata violentata la scorsa notte nel cuore di Roma, a Villa Borghese. «Mi ha afferrato per i capelli, picchiato e violentato. A un certo punto sono riuscita a scappare, ma lui mi ha raggiunto, mi ha legato i polsi per non farmi muovere e sono continuati gli abusi», ha dichiarato la donna alle forze dell’ordine. La 57enne, senza fissa dimora nella Capitale, dormirebbe abitualmente a Villa Borghese, dove è avvenuto lo stupro. «Ero spaventata, gli ho detto di andar via ma lui si è seduto vicino a me. Poi mi ha picchiata e violentata». La cittadina tedesca, come riportato dall’Ansa, avrebbe anche raccontato che di giorno chiede l’elemosina per le strade del centro storico, mentre la notte dorme a Villa Borghese. Quando il suo aggressore è andato via, si sarebbe slegata da sola per precipitarsi in strada, dove ha chiesto aiuto a un giovane tassista che stava transitando in quel momento su viale Washington. L’aggressore avrebbe tra i 20 e i 25 anni, di carnagione chiara, forse dell’Est Europa. (agg. di Silvana Palazzo)

TERZA AGGRESSIONE IN 7 GIORNI

Il caso della donna 57enne stuprata e legata nuda ad un palo a Villa Borghese continua a far parlare tutte le cronache italiane di queste ultime ore, con la vicenda tetra e inquietante che arriva inevitabilmente in studio tv a Pomeriggio 5, a breve in onda su Canale 5. Barbara D’Urso tratterà della povera 57enne senzatetto tedesca violentata in piena notte da un giovane 20enne bengalese: nella Capitale scoppia ancora la polemica per quella che è a tutti gli effetti la terza aggressione con stupro nel giro di una sola settimana. Solo l’11 settembre scorso una baby sitter finlandese è stata violentata a Castro Pretorio, mentre due giorni dopo una studentessa belga ha rischiato un altro stupro sulla gradinata dell’Ara Coeli. Ora il caso di Villa Borghese, il terzo appunto in una settimana da incubo per le donne straniere nella Capitale. (agg. di Niccolò Magnani)

STUPRATA E LEGATA AD UN PALO

Dopo essere stata violentata, è stata legata nuda a un palo: è accaduto a Roma a una donna tedesca di 57 anni. Un altro caso di stupro, ma ancor più scioccante: la donna, che ha raccontato di essere in Italia da sei mesi, è stata aggredita e violentata poco lontano dal palo al quale è stata trovata legata. A lanciare l’allarme è stato un tassista che stava transitando a Villa Borghese, in viale Washington, intorno all’una. Ha visto la donna con i nodi ai polsi e alle caviglie e un fazzoletto in bocca che le impediva di urlare. Si è fermato, l’ha slegata e ha allertato la polizia. Gli agenti del commissariato Villa Glori e la polizia scientifica sono giunti sul posto per soccorrere la donna in evidente stato di choc. Poi è stata portata in ambulanza all’ospedale Santo Spirito dove i medici, come riportato dal Messaggero, avrebbero riscontrato i segni della violenza sessuale subita nella notte.

LA PRIMA RICOSTRUZIONE E LE INDAGINI

La donna tedesca di 57 anni ha raccontato alle forze dell’ordine che è stata aggredita e violentata nei pressi del luogo dove è stata poi trovata, cioè a Villa Borghese, a Roma. «Sono stata violentata, era un ragazzo giovane che prima mi ha derubato di 40 euro e poi mi ha legato le mani», ha raccontato la vittima. La polizia ha già cominciato le ricerche del giovane attraverso le telecamere della zona. Altri particolari sono stati forniti dal Corriere della Sera: gli investigatori avrebbero trovato poco lontano dal luogo della violenza gli indumenti della donna. Quest’ultima ha raccontato di aver trascorso la giornata con il 20enne dopo averlo conosciuto in centro. A tarda notte è avvenuto lo stupro nel parco. L’episodio si è verificato a poco più di una settimana dallo stupro di una giovane turista finlandese, aggredita e violentata da un ragazzo di origine bengalese a Castro Pretorio dopo una serata in discoteca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori