TERREMOTO OGGI/ INGV ultime scosse: Umbria, sisma M 2.6 a Perugia (ore 13:21, 18 settembre 2017)

- Emanuela Longo

Terremoto oggi, ultime scosse INGV del 18 settembre 2017: epicentro, danni, ipocentro e ultime notizie. Costa siciliana, sisma di 3.1 in provincia di Messina.

terremoto_03_pixabay
Terremoto oggi (Foto: da Pixabay)

Dopo le preoccupanti scosse che hanno riguardato in mattinata la Sicilia, torna la paura del terremoto in Centro Italia. I luoghi già colpiti lo scorso anno restano al centro delle nuove scosse quotidiane. L’ultimo evento sismico della giornata di magnitudo 2.6 è stato registrato a 3 km a Nord Ovest di Norcia, in provincia di Perugia, dove già in nottata si era registrata un’altra scossa di entità appena inferiore. Secondo i dati raccolti dalla Sala Sismica INGV di Roma, il nuovo terremoto è stato registrato alle ore 11:16 ed ha avuto le seguenti coordinate geografiche: 42.81 di latitudine e 13.07 di longitudine, ad una profondità di 10 km. Il terremoto è stato localizzato a 34 km a Est di Foligno e a 44 km a Nord Est di Terni, mentre i due Comuni prossimi all’epicentro e rientranti nella zona rossa sono stati Norcia (PG) e Preci (PG). Ecco quali sono gli altri Comuni entro i 20 km dall’epicentro: Cascia (PG), Castelsantangelo sul Nera (MC), Cerreto di Spoleto (PG), Visso (MC), Sellano (PG), Poggiodomo (PG), Ussita (MC), Vallo di Nera (PG), Arquata del Tronto (AP), Accumoli (RI) e Monteleone di Spoleto (PG). (Aggiornamento di Emanuela Longo)

SICILIA, SCOSSA DI M 3.3 A BRONTE (CATANIA)

Prosegue la fitta attività sismica in Sicilia, dove già nella notte era stata avvertita una forte scossa di magnitudo 3.1 sulla Costa siciliana nord orientale, in provincia di Messina e poi a Bronte, in provincia di Catania. E’ la provincia Catanese quella maggiormente interessata da nuove scosse nella mattinata odierna. L’ultima di magnitudo 3.3 è stata registrata alle 9:21 a 10 km Sud Est di Bronte. Le coordinate geografiche rivelate dalla sala sismica INGV di Roma sono state le seguenti: 37.73 di latitudine e 14.92 di longitudine, ad una profondità di appena 6 km. Il forte terremoto è stato distintamente avvertito dalla popolazione di Bronte, la più vicina all’epicentro, ma anche a Biancavilla, dove alle 8:05 si è registrato un nuovo sisma di magnitudo 2.5. Entro i 20 km dall’epicentro segnaliamo anche i seguenti comuni: Adrano (CT), Ragalna (CT), Maletto (CT), Santa Maria di Licodia (CT), Nicolosi (CT), Belpasso (CT), Zafferana Etnea (CT), Randazzo (CT), Paternò (CT), Milo (CT), Pedara (CT), Maniace (CT), Trecastagni (CT), Camporotondo Etneo (CT), San Pietro Clarenza (CT), Santa Venerina (CT) e Sant’Alfio (CT). (Aggiornamento di Emanuela Longo)

SICILIA, SCOSSA DI M 3.1 SULLA COSTA (MESSINA)

La notte appena trascorso non ha portato particolari preoccupazioni sul piano dei terremoti in Centro Italia. La maggiore scossa registrata dalla sala sismica INGV di Roma, infatti, ha riguardato nello specifico la costa siciliana nordorientale, nella provincia di Messina, dove si è registrato un terremoto di magnitudo 3.1. Il sisma è stato avvertito alle 2:53 della notte con le seguenti coordinate geografiche: 38.33 di latitudine e 15.5 di longitudine, ad una profondità di 129 km. Il primo comune dall’epicentro è distante 12 km ed è Villafranca Tirrena, in provincia di Messina. Ecco le altre località nel raggio di 20 km: Messina (ME), Saponara (ME), Spadafora (ME), Venetico (ME), Villa San Giovanni (RC), Valdina (ME), Rometta (ME), Campo Calabro (RC), Roccavaldina (ME) e Torregrotta (ME). Restando in Sicilia, l’ultimo terremoto della giornata è stato registrato proprio a 10 km a Sud Est di Bronte, in provincia di Catania. Si è trattato di un sisma di magnitudo 2.0 avvertito alle ore 6:14 nelle seguenti coordinate geografiche: 37.73 di latitudine e 14.92 di longitudine, ad una profondità di appena 8 km. Rientrano nella zona rossa i comuni di Bronte e Biancavilla, entrambi in provincia di Catania.

UMBRIA, SCOSSA DI M 2.5 A NORCIA (PERUGIA)

Nella lista dei terremoti di oggi, altri due sismi sono stati registrati nel corso della notte. Il primo, un’ora e 35 minuti dopo la mezzanotte, è stato di magnitudo 2.4 ed è stato avvertito dalla sala sismica INGV di Roma a 6 km a Sud di Monchio delle Corti, in provincia di Parma. La scossa ha avuto le seguenti coordinate geografiche: latitudine 44.36 e longitudine 10.14 ad una profondità di 10 km. Il terremoto è stato localizzato a 31 km a Nord di Carrara ed a 36 km di Massa, mentre i Comuni prossimi all’epicentro e rientranti nella zona rossa sono stati Monchio delle Corti (PR), Comano (MS) e Palanzano (PR). A destare maggiore preoccupazione, infine, è stato il nuovo terremoto che ha riguardato il Centro Italia e nello specifico Norcia, in provincia di Perugia. Alle 2:16 della passata notte, un nuovo sisma di magnitudo 2.5 ha riacceso la paura degli abitanti. Il terremoto è stato localizzato nelle seguenti coordinate geografiche: 42.81 di latitudine e 13.07 di longitudine, ad una profondità di 10 km. L’epicentro è stato a soli 3 km da Norcia e 8 km da Preci. Subito fuori dalla zona rossa troviamo i seguenti Comuni: Cascia (PG), Castelsantangelo sul Nera (MC), Cerreto di Spoleto (PG), Visso (MC), Sellano (PG), Poggiodomo (PG), Ussita (MC), Vallo di Nera (PG), Arquata del Tronto (AP), Accumoli (RI), Monteleone di Spoleto (PG).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori