BAMBINA DECAPITATA/ Video: uscito dall’ospedale, strappa la testa a una bimba e la porta in giro come trofeo

- Paolo Vites

Rilasciato dall’ospedale psichiatrico dove aveva passato sei anni per un omicidio, un uomo ha tagliato la testa della figlia della nipote portandosela in giro per strada

violenza_donna_mano_pixabay_2017
Firenze, tentò di violentare una ragazzina: denunciato (Pixabay)

Sei anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per aver ucciso una donna, diagnosi schizofrenia paranoide. Forse c’erano gli estremi per una detenzione più lunga come poi i fatti hanno dimostrato. Un uomo di 42 anni, Mikhail Elinsky, della città di Astrakhan nel sud della Russia, ci ha messo circa un mese prima di colpire di nuovo, e questa volta in modo ancor più orribile. Tutto questo nonostante molti dei cittadini avessero chiesto alle autorità di non rilasciare l’uomo, compresa la madre della bambina uccisa dal malato. Elinski si è reso infatti protagonista di un episodio orribile. Entrato nella casa della donna, sua nipote, ha strappato via dal suo triciclo la figlia di 18 mesi e si è chiuso con lei in cucina, dove le ha mozzato la testa con un coltello. La madre è riuscita a far irruzione nella stanza, ma l’uomo l’ha colpita con una coltellata all’addome, lasciandola a terra ferita. Dopo di che ha preso in mano la testa della piccola ed è uscito di casa camminando per strada come se nulla fosse. La polizia, che finalmente è giunta sulla scena del massacro, gli ha sparato ferendolo. L’uomo è morto poco dopo all’ospedale. Ai magistrati che hanno ritenuto che l’uomo potesse uscire dal carcere psichiatrico si spera fischino almeno le orecchie…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori