SLITTA LA FINE DEL MONDO/ Il numerologo cristiano frainteso: “Inizierà da ottobre”

- Emanuela Longo

Slitta la fine del mondo: non a settembre ma a partire dal 21 ottobre: la nuova interpretazione del numerologo cristiano David Meade e la smentita della Nasa sul Pianeta X.

apocalisse_fine_del_mondo_pixabay
Immagine di repertorio

Lo scorso sabato, 23 settembre 2017, era stato designato come il giorno prescelto per la fine del mondo. A riferirlo era stato il numerologo cristiano, David Meade, il quale aveva previsto che in tale data si sarebbe verificato uno scontro tra il misterioso Pianeta X e la Terra, tale da provocare la fine dell’umanità. Una interpretazione non casuale ma incentrata sullo studio di alcuni versetti e codici numerici contenuti nella Bibbia e che avevano così contribuito ad aggiungere una nuova data alle già numerose profezie sulla fine del mondo finora sempre disattese. Così, in realtà, è accaduto lo scorso sabato ed oggi siamo qui ad annunciare una nuova possibile data dell’Armaggeddon. Ebbene sì, a riferirla è sempre Meade che, come spiega Fox News, con l’avvicinarsi del “giorno X”, fece un passo indietro e riferì di essere stato oggetto di fraintendimenti. La data predestinata per la fine del mondo, infatti, non era a settembre bensì un mese dopo.

NASA SMENTISCE ESISTENZA DI NIBURU

Lo studioso dei numeri cristiano aveva ritrovato proprio nel Libro della Rivelazione della Bibbia tutti i dati che lasciavano intendere quando sarebbe avvenuta la fine del mondo. Era così emersa la giornata del 23 settembre, data in cui una serie di catastrofici eventi avrebbe portato alla distruzione dell’umanità. Se siamo però qui a parlarne, a distanza di qualche giorno, è colpa di un errore di interpretazione nelle parole di Meade. Ecco allora che l’autore ha aggiustato il tiro sostenendo che la data da segnare in calendario è quella del 21 ottobre, dalla quale prenderanno il via sette anni all’insegna di guerre e disastri che porteranno alla fine del mondo. Lo studioso al Sunday Express aveva dichiarato in merito: “È possibile che alla fine di ottobre possiamo entrare nel periodo di tribolazione di sette anni, al quale farà seguito un millennio di pace”. Parlando del fantomatico Pianeta X, la Nasa era intervenuta nei giorni scorsi parlando di truffa e smentendo l’esistenza del presunto pianeta Niburu che, secondo le teorie catastrofiche ad oggi diffuse andrà a scontrarsi con la Terra portando all’atteso Giudizio finale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori