Elena Di Giovanni/ Video, 16enne ritrovata in Germania: parla la 47enne, “Non sono pedofila” (Chi l’ha visto)

- Morgan K. Barraco

Elena Di Giovanni, la ragazzina di 16 anni scomparsa da Cuneo lo scorso 4 agosto è stata ritrovata: questa sera a Chi l’ha visto? un approfondimento sulla vicenda

chilhavisto_02_facebook_2017
Chi l'ha visto?
Pubblicità

LE PAROLE DI MARIA LUISA RAPISARDA

Si chiama Maria Luisa Rapisarda la donna 47enne la quale avrebbe convinto la giovane Elena Di Giovanni a seguirla fino in Germania in quella che appare essere una vera e propria fuga d’amore, sebbene sia fortunatamente finita grazie proprio al programma Chi l’ha visto. La 47enne avrebbe sostenuto come insieme alla ragazzina formassero una vera e propria coppia. Secondo quanto emerso dalla trasmissione di RaiTre, Maria Luisa avrebbe noleggiato un’auto senza mai restituirla e con questa avrebbe varcato i confini italiani senza pagare il pedaggio. “Neanche Romeo e Giulietta sono come noi, noi ci amiamo veramente”, ha sostenuto la 47enne che ai microfoni di Chi l’ha visto ha ribadito di non essere una pedofila. “Voglio dire solo una cosa, nei commenti di Facebook non è giusto che dite pedofila o altre cose cattive su di me perché io non sono cattiva. Avete sbagliato a dire tante cose cattive su di me e io non me lo merito”, ha detto la 47enne. Come ribadito dalla madre nella precedente puntata, Elena dopo aver conosciuto la donna molto più grande di lei sembrava letteralmente “impazzita”. La sua scomparsa, infatti, aveva subito portato la madre a pensare alla 47enne. Ed infatti aveva ragione. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

Pubblicità

LA MADRE COMMOSSA DOPO IL RITROVAMENTO

Dopo tanta apprensione da parte della sua famiglia, Elena Di Giovanni, ragazzina di 16 anni scomparsa da Cuneo insieme ad una donna della stessa età della madre, è stata ritrovata proprio grazie alle segnalazioni dei telespettatori. Si è aperta con questa bella notizia la puntata di ieri di Chi l’ha visto, nel corso della quale la padrona di casa Federica Sciarelli ha ripercorso le tappe di un giallo, fortunatamente risolto. La 47enne con la quale Elena era fuggita, avrebbe rubato un’auto e insieme alla ragazzina sarebbe andata via varcando la frontiera italiana, passando il casello senza pagare. Una donna certamente fragile ma che poteva mettere in pericolo la vita della minorenne. Fortunatamente, dopo giorni di ricerca in Germania, Elena è stata ritrovata: “Sono contentissima che l’ho trovata e che stava bene”, ha detto la madre della ragazzina ai microfoni della trasmissione di RaiTre. “Il mio pensiero era che non sapevo che fine avesse fatto e che stava male, perché uno poi fa tanti pensieri”. La donna, particolarmente commossa, ha quindi ringraziato in lacrime l’intera redazione per il lavoro svolto e che ha permesso di far tornare Elena dalla sua famiglia. “Se non era per voi non avrei mai avuto notizie di mia figlia”, ha aggiunto mamma Tina, che può oggi tirare un sospiro di sollievo. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

Pubblicità

LE MINACCE DI MARIA LUISA RAPISARDA

Cosa si cela realmente dietro la sparizione, poi fortunatamente culminata con il suo ritrovamento di Elena Di Giovanni? La trasmissione Chi l’ha visto tornerà oggi ad occuparsi del caso al fine di fare luce su alcuni aspetti ancora oscuri della vicenda. Si cerca innanzitutto di far luce sul rapporto nato tra la ragazzina e la 47enne Maria Luisa Rapisarda. Le due si erano conosciute durante un karaoke ma qualcosa in Elena era poi mutato. E’ quanto rivelato dalla madre della ragazzina nel corso della passata puntata di Chi l’ha visto, come riporta il portale linformazione.eu. “Da quando ha conosciuto Maria Luisa non è stata più la stessa. Il nostro rapporto si è frantumato, Elena era come impazzita”, ha rivelato la donna che si è colpevolizzata per non aver saputo, forse, gestire al meglio la situazione. “Fatto sta che in più occasioni ho affrontato Maria Luisa e lei mi ripeteva ‘ti porterò via tua figlia’, neanche la minaccia di far intervenire le forze dell’ordine la spaventava”, aveva ancora aggiunto la madre di Elena. Proprio la donna aveva avuto modo di constatare l’eccessiva invadenza della quasi 50enne che aveva un modo del tutto particolare di approcciarsi con la ragazzina, poco più di una bambina. Cosa è accaduto in Germania, dove le due sono state rintracciate? Nuovi dettagli emergeranno nel corso della nuova puntata con la trasmissione di RaiTre. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

LA RAGAZZA RITROVATA IN GERMANIA

Si è conclusa in modo positivo la scomparsa di Elena Di Giovanni, la ragazzina di 16 anni di cui si erano perse le tracce da Cuneo lo scorso 4 agosto. L’ultimo appello della madre, effettuato tramite le telecamere di Chi l’ha visto, ha sortito il suo effetto ed ha portato al ritrovamento della giovane in Germania. Questa sera, mercoledì 27 settembre 2107, il programma condotto da Federica Sciarelli ripercorrerà gli ultimi sviluppi sul caso, su cui grava ancora un alone di mistero. Elena Di Giovanni, sottolinea La Stampa, si era allontanata infatti in compagnia di una donna di 47 anni e nei giorni successivi alla scomparsa, entrambe erano state segnalate in provincia di Catania, a Belpasso. La madre della 16enne si era diretta sul posto per cercare la figlia, ma non era riuscita a trovarla nonostante l’impegno di diversi giorni. La segnalazione della presenza di Elena in Germania ha invece dato buon esito e la ragazza è stata ritrovata in un paese nelle vicinanze di Monaco di Baviera. 

ELENA DI GIOVANNI: UN MISTERIOSO ALLONTAMENTO

Rimane ancora il dubbio del perché Elena Di Giovanni si sarebbe allontanata con la 47enne, che aveva conosciuto durante una serata al karaoke lo scorso aprile. La 16enne, riservata e con pochi amici, frequentava la scuola per estetisti ed a settembre aveva deciso di cambiare istituto per iniziare le lezioni all’Enaip di Cuneo. In merito alla donna con cui è stata avvistata la ragazzina l’ultima volta, Cuneo Cronaca sottolinea che fosse particolarmente gelosa di Elena e che cercasse di allontanare chiunque le si avvicinasse. Parole della madre, che ha parlato anche di telefonate pressanti alla 16enne e di appostamenti sotto casa, fino alla minaccia da parte della donna di ‘portargliela via’ in qualche modo. Particolari che la madre di Elena Di Giovanni ha reso subito noti agli inquirenti nella denuncia di scomparsa e che verranno approfonditi nel corso delle indagini. Secondo quanto riporta Taormina Web, il nome della 47enne sarebbe Maria Luisa Rapisarda, una donna di origine siciliane ed anche per questo la pista catanese era sembrata più che valida. A causa dell’allontanamento di Elena Di Giovanni, le cui dinamiche sono tuttora da chiarire, la donna potrebbe dover rispondere di sottrazione consensuale di minorenne.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori