DEFECA IN CHIESA/ Profanata la parrocchia della Madonna di Lourdes: ripreso dalle telecamere, ma il movente…

- Niccolò Magnani

La toilette sacrilega: a Conegliano Veneto un uomo entra in una Chiesa e defeca dentro il confessionale, pulendosi con la stola del prete. Sgomento della comunità e per il parroco

chiesa_pixabay
Chiesa (Foto: da Pixabay)
Pubblicità

Conegliano Veneto fino ad oggi era famosa per aver dato i natali al grande Alex Del Piero: ecco, forse era meglio che rimanesse così, visto cosa ha combinato un cittadino dalle dubbie facoltà psichiche che ha pensato bene di dare sfogo ai suoi bisogni corporali nella chiesa della Madonna di Lourdes. E quando intendiamo “dare sfogo”, purtroppo, non stiamo scherzando: come spiega il Gazzettino, un uomo è entrato in pieno giorno nella Chiesa e ha defecato nel confessionale, rendendo ancora più sacrilego e grave il suo gesto assurdo. Per “completare” l’opera avrebbe deciso di pulirsi con la stola del prete appoggiata nel piccolo locale dove i fedeli si recano per confessare i propri peccati e ricevere assoluzione e perdono. Ecco, per lui era invece solo una “toilette” improvvisata e dopo aver espletato il pieno servizio, con nonchalance ha richiuso il confessionale ed è uscito dalla porta principale senza che nessuno lo vedesse. Era sabato 12 settembre, e ci volle qualche ora prima che il parroco della Chiesa di Monticella si accorgesse di quanto avvenuto solo qualche ora prima. Pare che l’odore sgradevole ad un certo punto abbia fatto scattare il sospetto al sacerdote che aprendo il confessionale ha purtroppo svelato l’arcano.

Pubblicità

SCONCERTO DELLA COMUNITÀ DI CONEGLIANO

Nella predica del giorno dopo, Don Lorenzo ha spiegato ai parrocchiani quanto successo, affranto per un gesto tanto stupido quanto sacrilego: «In che brutto mondo viviamo» ha spiegato il sacerdote davanti ai fedeli, non volendo aggiungere altro commento. Non si sa chi sia stato e perché lo abbia fatto, se sia solo uno squilibrato o un gesto intenzionale per vendicare non si sa quale presunto torto ricevuto; sta di fatto che al termine della Santa Messa il parroco ha detto ai fedeli, secondo il Gazzettino, «sappiamo chi è stato», con le immagini della videosorveglianza della Chiesa che avrebbero immortalato il folle defecatore. Un vilipendio contro la Chiesa di Cristo e contro un’intera comunità che ora resta sbigottita di fronte al fatto avvenuto nel luogo tra i più sacri assieme al Tabernacolo: «Non abbiamo memoria che sia mai accaduto un fatto simile – commentano i parrocchiani ancora sconvolti ai colleghi del Gazzettino – così grave per il significato del luogo dov’è avvenuto. Non è possibile tollerare fatti simili».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori