Ritrovata 16enne scomparsa da Cuneo/ Era scappata in Germania con una 47enne: “Noi come Romeo e Giulietta”

- Emanuela Longo

Ritrovata 16enne scomparsa da Cuneo: la trasmissione Chi l’ha visto e la madre della ragazzina in Germania. La 47enne frastornata non comprende cosa stia accadendo.

luisa_rapisarda_chi_lha_visto
La donna 47enne (Chi l'ha visto)

Si è conclusa con il tanto atteso lieto fine la scomparsa di Elena Di Giovanni, la 16enne scomparsa da Cuneo lo scorso 4 agosto. Sin dalla sua sparizione, la madre aveva sospettato che dietro l’intera vicenda potesse esserci l’ombra di una donna di 47 anni che la figlia aveva precedentemente conosciuto. Nei giorni seguenti alla sparizione della ragazzina, le due erano state avvistate insieme a Belpasso, provincia di Catania, paese di origine di Maria Luisa Rapisarda, ma le ricerche anche da parte della madre in Sicilia non avevano portato a nessun risultato apprezzabile. Grazie alla trasmissione Chi l’ha visto?, erano giunte nuove segnalazioni da parte dei telespettatori, questa volta in Germania, nei pressi di Monaco di Baviera, ed è qui che la 16enne e la donna, coetanea della madre, sono state trovate, proprio dalla troupe della trasmissione di RaiTre. Si è aperta con questa notizia l’ultima puntata di Chi l’ha visto?, che ha trasmesso il video dell’arrivo della giornalista e della madre di Elena nell’appartamento in Germania. Qui, alloggiavano la ragazzina e Luisa, quest’ultima visivamente stordita al cospetto delle telecamere.

“NOI NON ABBIAMO FATTO NIENTE DI MALE”

“Luisa, lei lo sa che sta commettendo un reato?”: la 47enne non avrebbe avuto la reazione che ci si aspettava di fronte alla domanda della giornalista di Chi l’ha visto, che sin da subito ha tentato di aprirle gli occhi e farla ragionare su ciò che era accaduto. La donna, colta di sorpresa, ha ammesso di essersi appena svegliata. “Stavamo dormendo”, dice frastornata. La 16enne è in un’altra stanza, su un materasso, coperta con un sacco a pelo. “C’è tua mamma”, le dice la 47enne. E’ questa la scena alla quale si è ritrovata di fronte nei giorni scorsi la troupe di Chi l’ha visto e la madre della 16enne. Tra le due, nessun abbraccio, né un sorriso. Il momento più difficile però, arriva quando la madre fa intendere di voler portare a casa la figlia minorenne. Quando la giornalista le dice di aver commesso un reato portando via una minore, la 47enne replica: “Noi non abbiamo fatto niente di male. Lei voleva venire con me, non le ho puntato una pistola contro”. La donna insiste sostenendo che le impedivano di stare insieme e vedersi, ecco perché sarebbero andate via. “Non volevano che ci vedevamo. Noi stavamo bene a Cuneo. Io lavoravo e ci vedevamo, ma la madre non lo accettava. Ci hanno costretto a staccarci. Eravamo come Romeo e Giulietta”. Poi sono seguiti i rimproveri della madre alla giovane, che per quasi due mesi non ha avuto alcuna notizia di lei. “Potevi farmi una telefonata”, tuona contro la figlia.

I REATI COMMESSI DALLA 47ENNE

Tra la madre di Elena Di Giovanni e Luisa, la donna 47enne, non c’è alcun dialogo. Il dramma dell’intera vicenda è che quest’ultima non riesce a comprendere dove sia il problema. “Io ci voglio bene”, dice, scoppiando in lacrime ed abbracciando la madre della ragazzina. “Ci vogliamo bene, che c’è di male”, insiste. Il vero problema alla base del caso delicatissimo è che per arrivare in Germania Luisa avrebbe noleggiato un’auto senza mai riconsegnarla. Contro di lei, dunque, ci sarebbe una denuncia per furto da parte dell’agenzia di noleggio. Non solo: per raggiungere il luogo di destinazione avrebbe passato il casello senza pagare l’autostrada. Piccoli reati, sia chiaro, ma avvenuti a distanza ravvicinata coinvolgendo anche una minorenne che, di fatto, è stata esposta ad una situazione di pericolo. Dopo che gli animi si sono calmati, la ragazzina ha chiuso la sua valigia, ha preso con sé la gabbietta con i suoi criceti e si incamminata verso l’auto insieme alla madre ed alla troupe di Chi l’ha visto?, ovviamente accompagnata da Luisa, preoccupata di dover pagare gravi conseguenze al suo ritorno a Cuneo. La 47enne è apparsa come una donna estremamente fragile, incapace forse di rispettare le regole e che ha agito in questo contesto, quasi certamente senza alcuna cattiveria. Nonostante questo, c’è però la minore età della ragazzina protagonista. Sebbene lei abbia detto di essere innamorata della 16enne, quest’ultima, dopo essere tornata a casa a Cuneo avrebbe dato una versione differente. Avrebbe infatti detto di non essere affatto innamorata della signora ma di averla vista solo come un’amica. La sparizione, dunque, sarebbe legata ad un capriccio, ad una fuga come quella che vede spesso protagoniste tante ragazzine di oggi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori