ULTIME NOTIZIE/ Di oggi, ultim’ora: terremoto Lago di Garda, tre scosse in provincia di Brescia (3 settembre)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: arriva il maltempo. Confessano due dei quattro violentatori di Rimini. Trasferito il dirigente dello sgombero di via Indipendenza. (3 settembre 2017).

terremoto_abruzzo_marche_vigilidelfuoco_macerie_lapresse_2016
Terremoto oggi (LaPresse)

TRE SCOSSE DI TERREMOTO SUL LAGO DI GARDA

Sono state nitide, abbastanza forti e senza grandi conseguenze per fortuna: il terremoto torna di nuovo in scena in Italia, questa volta al nord in Lombardia con tre forti scosse sismiche sul Lago di Garda. Le ultime notizie che arrivano dal centro nazionale INGV mostrano subito i dettagli: la terra ha tremato in 7 minuti per tre volte, con M 3.4, 2.3 e 2.2 come forza di magnitudo calcolata. Il picco più alto alle 11.15 con il terremoto avvenuto a Tignole, mentre le altre due meno imponenti sono state avvertite a Gargnano. Non ci sono comunque danni, feriti o strutture coinvolte, con però paura nella popolazione che ha avvertito distintamente soprattuto la prima scossa di terremoto sopra il grado 3 della scala Richter. Per tutte le informazioni, ecco l’indirizzo con tutte le novità e ultimi dettagli del terremoto sul Lago di Garda. (agg. di Niccolò Magnani)

ARRIVA LA PIOGGIA

Fine estate all’insegna di piogge e allagamenti in tutta Italia, per colpa di un ciclone che già dalla mattinata di ieri ha avvolto le regioni settentrionali. La pioggia battente ha portato innumerevoli danni e molti disagi, a Monza le prove per il Gran premio di automobilismo di domani sono state sospese, cosi come sospesa è stata la festa dell’unità che doveva tenersi a Bologna. Disagi anche negli aeroporti di Orio al Serio e Firenze, con la zona degli arrivi allagata e viaggiatori in fuga. Il maltempo dopo essere stato al nord visiterà adesso le regioni meridionali, in tale contesto pesanti danni per una burrasca a Capri, dove per il vento forte sono dovuti intervenire in molteplici casi i vigili del fuoco. Per domani forte venti da nord previsti in tutta la penisola.

CONFESSANO DUE DEI QUATTRO VIOLENTATORI DI RIMINI

Le forze di polizia hanno chiuso il cerchio sulla banda dei violentatori di Rimini, banda che nei giorni scorsi aveva usato violenza carnale su una donna polacca e un trans Brasiliano. I poliziotti hanno infatti arrestato oggi due minorenni di origini marocchini, i due individuati grazie alle telecamere di sorveglianza sono stati riconosciuti dalle vittime, e un volta scoperti si sono recati presso il commissariato di Pesaro per consegnarsi alle forze dell’ordine. Si ricercano attivamente adesso gli altri componenti della banda, da quanto detto dagli stessi arrestati, che messi alle strette hanno confessato, l’unico maggiorenne dovrebbe essere il capo banda, anch’esso straniero e presumibilmente maghrebino.

TRASFERITO IL DIRIGENTE DELLO SGOMBERO DI VIA INDIPENDENZA

La polizia di stato ha reso noto che il funzionario che si occupava dell’ordine pubblico durante i recenti scontri di via Indipendenza a Roma, è stato trasferito. Il poliziotto aveva suscitato infinite polemiche a causa di una frase ripresa da un telefonino, frase nella quale incitava i poliziotti a “spaccare le braccia” dei manifestanti. Il trasferimento segue la sospensione dal servizio, ed è stata avallata dallo stesso capo della polizia Franco Gabrielli, che già il giorno dopo gli scontri aveva voluto l’apertura di un’indagine interna. Sotto il punto di vista dell’allocazione degli sfollati, intanto il campidoglio fa sapere che insieme al ministero si sta studiando la strada dell’occupazione eventuale delle case sfitte all’interno della città dell’urbe.

SPAGNA-ITALIA, DEBACLE PER GLI AZZURRI

Gli azzurri di Giampiero Ventura escono con una debacle dallo Stadio Santiago Bernabeu con un pesante 3-0 che non elimina gli azzurri verso i prossimi Mondiali, ma rendono praticamente impossibile accedere direttamente. La squadra azzurra probabilmente dovrà affrontare quindi la difficile strada dei playoff che sono alla portata, ma sicuramente rappresentano grandi insidie. Il ko arriva per un primo tempo difficile da digerire con due gol subiti per opera di Mariano Isco, autore di una punizione d’artista e di un tiro da fuori da vero campione. Nella ripresa c’è spazio anche per il gol di Alvaro Morata partito dalla panchina. Gli azzurri sfiorano due volte la rete, ma soffrono soprattutto in mezzo al campo.

PSG SOTTO INCHIESTA DA PARTE DELL’UEFA

La notizia era nell’aria, adesso è arrivata anche la conferma. La Uefa ha aperto un’indagine ufficiale sul Paris Saint Germain e le due operazioni che hanno portato Neymar e Mbappé a Parigi, per un affare complessivo di 400 milioni di euro circa. Neymar è arrivato dal Barcellona dopo che il club parigino ha pagato i 222 milioni della clausola rescissoria del brasiliano, mentre Mbappè è in prestito dal Monaco, ma il prossimo anno nelle casse del club monegasco dovrebbero finire 187 milioni. Il club, in tutta risposta, si è detto sorpreso di quanto accaduto, ribadendo la propria serenità a tal proposito, chiarendo come le operazioni di calciomercato siano state concluse senza che ci sia stato alcun inganno.

VALENTINO ROSSI GIÀ SCALPITA

Operato la notte scorsa, Valentino Rossi è stato dimesso ieri mattina dall’ospedale Torrette di Ancona. Il pilota di Tavullia è tornato a casa, dove inizierà la fase di recupero. Sulla carta, Valentino dovrebbe osservare 40 giorni di riposo. In realtà, il pilota punta a recuperare molto prima, cercando di affrettare il rientro, forse fin dal Gran Premio di Aragon, che si disputerà fra 3 settimane, domenica 24 settembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori