Ultime notizie/ Di oggi, ultim’ora: trovato morto un italiano in Tailandia (30 settembre 2017)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: a Genzano un parroco indagato per pedofilia scappa in taxi. Sale di nuovo alle stelle la tensione Usa-Cuba. Torna la Serie A (30 settembre 2017)

taxi_rosso_lapresse
Taxi (foto da Lapresse)

TROVATO MORTO UN ITALIANO IN TAILANDIA

Non arriva una buona notizia dalla Tailandia. Un nostro connazionale, Andrea Parmeggiani, trentatreenne di Molinella, comune della provincia di Bologna, è stato infatti trovato morto nel Paese del sud-est asiatico. L’Ambasciata italiana di Bangkok, secondo quanto riportano le agenzie di stampa, si è già attivata per contattare i parenti dell’uomo. Non si conoscono i dettagli della vicenda, né il luogo in cui è stato trovato il corpo, né le possibili cause di morte. Fonti della Farnesina, citate dalle stesse agenzie, dicono che solamente che il decesso è avvenuto mercoledì scorso. Al momento non si sa nemmeno se Parmeggiani si trovasse in Tailandia per turismo piuttosto che per affari o altre ragioni. L’Ambasciata italiana, secondo le stesse fonti, sta comunque seguendo il caso con le autorità locali, in stretto contatto con il ministero degli Esteri, anche per aggiornare i familiari dell’uomo. Nelle prossime ore è probabile che si sapranno ulteriori dettagli sulla vicenda.

4 FERITI IN CATALOGNA

Clima teso in Catalogna in vista del referendum sull’indipendenza che Madrid non riconosce. Da ieri sera diversi cittadini hanno cominciato a occupare le scuole in cui dovrebbero essere montati i seggi per le operazioni di voto. In questo modo vogliono evitare che la polizia le possa chiudere nella giornata di domani. Tuttavia nell’entroterra, Manlleu, quattro persone sono rimaste lievemente ferite dopo che un uomo ha sparato contro la scuola Puig Agut con una carabina ad aria compressa. Sono ovviamente partite le indagini per scoprire chi sia l’autore di questo gesto che di certo rende il clima ancora più caldo. L’occupazione delle scuole, infatti, dovrebbe proseguire anche questa notte, ma non è da escludere che le autorità prendano dei provvedimenti e le facciano sgomberare. La tensione resta quindi alta, anche perché tra gli indipendentisti c’è chi sostiene che sia il Governo centrale a cercare di provocare degli incidenti. La speranza è ovviamente che la situazione non degeneri.

BILANCIO BOCCIATO AL CAMPIDOGLIO

I revisori del comune di Roma hanno bocciato dopo un’attenta verifica, il bilancio consolidato del municipio. I contabili hanno definito non veritiere le risultanze presentate, e per questo hanno dato parere non positivo. Durissima la reazione della giunta, con lo stesso assessore al bilancio Lemmetti che ha consigliato ai revisori immediate dimissioni. Non è la prima volta che il bilancio non passa l’esame contabile, già era avvenuto lo scorso anno, con la giunta che aveva dovuto rimodulare il documento contabile. La mazzata arriva dopo il rinvio a giudizio per falso del primo cittadino, e ha scatenato le opposizioni che chiedono a gran voce le dimissioni dell’intera giunta capitolina, rea secondo loro di non avere idea di cosa significhi governare una grande città.

GENZANO PARROCO INDAGATO PER PEDOFILIA SCAPPA IN TAXI

Ha lasciato la clinica dove doveva scontare la sua pena in taxi, un religioso già indagato per reati sessuali a carico di minori. La paradossale storia è avvenuta a Genzano un grosso borgo alle porte della capitale, ad esserne protagonista Don Ruggero Conti, condannato ad oltre 14 anni con pena confermata anche dalla cassazione. Il religioso è riuscito tranquillamente ad uscire dalla clinica dove era stato trasferito per ragioni di salute, chiamato un taxi ha fatto perdere le sue tracce. Sulla vicenda indaga la locale procura, che ha aperto un indagine per appurare se il religioso aveva qualche complice interno alla casa di cura. Conti era stato sospeso dai voti dal 2011, con un provvedimento firmato direttamente dal pontefice.

SALE DI NUOVO ALLE STELLE LA TENSIONE USA-CUBA

Risale ai massimi livelli la tensione diplomatica tra Stati Uniti D’America e Cuba, dopo che alcuni appartenenti alla delegazione diplomatica a stelle e strisce sono stati colpiti da presumibili attacchi acustici mentre si trovavano all’interno dell’ambasciata statunitense. Il presidente Donald Trump ha infatti dato disposizioni per interrompere in via temporanea il rilascio di visti verso la località caraibica, verrà inoltre ridotta considerevolmente la rappresentanza consolare americana nell’isola, non è stato inoltre comunicato quanto dureranno le misure restrittive. Di fatto la distensione tra i due paesi che era stata una vittoria dell’amministrazione Obama è stata interrotta, con il portavoce presidenziale che parlando con i giornalisti sottolinea che sono allo studio nuove e più pregnanti forme di protesta, che non escludono un immediato ritorno all’embargo.

G7 A TORINO, GIORNATA DI SCONTRI

Inizia con il peggiore dei modi il vertice G7 che deve tenersi nei prossimi giorni a Torino, con manifestazioni e cariche della polizia. Il culmine si è avuto in mattinata quando un centinaio di poliziotti in tenuta antisommossa hanno bloccato una manifestazione di giovani. Dai manifestanti sono partiti degli oggetti verso i poliziotti. che alla fine sono stati costretti a molteplici cariche di alleggerimento. I manifestanti una volta respinti hanno occupato l’università della città della Mole, comunicando che nei giorni a venire sarà l’ateneo ad essere la base della partenza delle proteste.

FEDERICA PELLEGRINI RICEVE LE CHIAVI DI VERONA

Verona ha omaggiato la campionessa di nuoto Federica Pellegrini. Questa infatti ha ricevuto dal Sindaco della città le Chiavi. Questa scelta è stata fatta ”per la straordinaria carriera olimpionica, raggiunta grazie alla tenacia e al coraggio. Per essere magnifico esempio di tutti i giovani grazie alla sua determinazione, alla costanza, all’impegno ma anche per aver scelto la città di Verona per vivere oltre che per lavorare”. Ricordiamo che Federica Pellegrini non è nata a Verona, ma in provincia di Venezia nel comune di Mirano. Anche per questo è per lei una soddisfazione ancora più grande.

TORNA LA SERIE A CON DUE ANTICIPI

Torna questo pomeriggio la Serie A con due interessanti anticipi. Alle 18.00 si gioca Udinese-Sampdoria, mentre alle ore 20.45 va in scena Genoa-Bologna. Un sabato non scintillante per quanto riguarda le partite, con tutto rispetto parlando, ma con due partite da seguire dall’inizio alla fine. Sono infatti entrambe partite da tripla con pochissima possibilità di fare pronostici. Sarà una giornata di campionato molto interessata con diverse sfide interessanti. Domani alle 18.00 infatti si giocherà un bel Milan-Roma mentre in serata Atalanta-Juventus chiuderà i giochi prima di mandare alla sosta tutti. Il Napoli di Maurizio Sarri ospita il Cagliari alle 12.30, mentre l’Inter va a Benevento alle 15.00. Completano il turno le seguenti partite: Chievo-Fiorentina, Lazio-Sassuolo, Spal-Crotone e Torino-Verona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori