Incidente stradale/ Milano, scooter travolge 47enne all’uscita del tram: due feriti (oggi, 4 settembre)

- Emanuela Longo

Incidente stradale, oggi 4 settembre 2017: giovane 28enne si schianta in moto sulla provinciale 161 e muore. Ciclista contro un’auto a Bergeggi, codice giallo.

incidente_stradale_schianto_auto_lapresse_2017
Incidente stradale (LaPresse)

Tragedia sfiorata, questa mattina a Milano, dove un uomo di 47 anni è stato travolto da un motorino mentre scendeva dal tram. Stando al racconto di MilanoToday, tutto sarebbe accaduto intorno alle 10:30 alla fermata di via Manzoni, angolo via Giuseppe Verdi, in pieno centro. Secondo una prima ricostruzione, l’uomo stava scendendo dal mezzo della linea 1 quando un ragazzo di 25 anni in sella al suo motorino lo ha urtato. L’incidente non è stato fortunatamente grave ma ha comunque richiesto l’intervento sul posto dei sanitari del 118 con l’arrivo di due ambulanze che hanno provveduto ad accompagnare i due ferito al pronto soccorso per i dovuti accertamenti. Fortunatamente nessuno dei due avrebbe riportato gravi traumi. Sul posto dell’incidente anche gli agenti della polizia locale di Milano per la raccolta di tutti gli elementi utili alla ricostruzione delle dinamiche. Al fine di permettere le operazioni di soccorso ed i rilievi della polizia, l’azienda di trasporto Atm ha momentaneamente interrotto la linea, sostituendola con un servizio navetta, anche se dopo circa un’ora tutto è tornato alla normalità. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

PROVINCIALE 161, GAVI: SI SCHIANTA IN MOTO, UN MORTO

Il bilancio del grave incidente stradale avvenuto ieri sera sulla Provinciale 161, in località Valle a Gavi, in provincia di Alessandria, è stato drammatico. Un giovane di 28 anni, Marco Milanese, ha perso la vita mentre viaggiava a bordo della sua moto, una Honda, con la quale stava facendo ritorno a casa. Ad attenderlo Erika, la donna con la quale era sposato da appena due anni. La dinamica dell’incidente appare ancora molto confusa, ma secondo le prime indiscrezioni raccolte da Il Secolo XIX pare che la causa della brusca caduta sia da addebitare ad un sorpasso. A quanto pare nell’incidente sarebbero rimaste coinvolte anche altre due vetture. Il sinistro è avvenuto intorno alle 18:30 di ieri e subito dopo si sono formate lunghe code tra Gavi e Serravalle Scrivia. Le condizioni del giovane sono apparse subito molto gravi ed infatti a nulla è valso il pronto intervento del 118 che ha provato invano a rianimarlo. Il giovane indossava il casco ma l’impatto sarebbe stato così violento da provocarne addirittura la rottura. Sul posto sono giunti anche i Carabinieri della stazione vicina che hanno eseguito tutti gli accertamenti del caso fino alle 20:00 di ieri. Il rettilineo della strada provinciale 161 che da Serravalle Scrivia conduce alla cittadina della val Lemme e dove ha trovato la morte il 28enne Marco Milanese, anche in passato era stato teatro di altri tragici sinistri. Sono gli stessi abitanti, dopo l’ennesima tragedia, a rivelare come il limite dei 50 km orari sia poco rispettato.

BERGEGGI, CICLISTA CONTRO AUTO: UN FERITO

Un altro grave incidente stradale si è consumato sempre nella giornata di ieri, intorno a mezzogiorno, sull’Aurelia a Bergeggi, in provincia di Savona. All’altezza della discoteca La Kava, come racconta La Stampa, un ciclista di 52 anni di Silvano Pietra (Pavia) ha sbattuto contro una Panda Fiat che lo precedeva. Lo scontro è avvenuto come conseguenza del rallentamento dell’auto, poiché il mezzo davanti stava svoltando. A quel punto il ciclista è finito rovinosamente a terra. Sul posto sono prontamente giunti i soccorritori della Croce Rossa di Vado che hanno trasportato l’uomo al San Paolo, dove è giunto in codice giallo. Si sospetta abbia riportato la frattura di uno zigomo. La dinamica dell’incidente stradale non risulta essere del tutto chiara ed in effetti in merito sono in corso le indagini della polizia municipale di Bergeggi, che si è occupata della raccolta di tutti gli elementi utili a fare chiarezza sulle cause e sulle eventuali responsabilità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori