SGOZZATO IN STRADA A TORINO/ Lite tra marocchini nella notte, muore 34enne: fermato aggressore

- Emanuela Longo

Sgozzato in strada a Torino, ultime news: marocchino 34enne deceduto nella notte in ospedale. Preso il suo presunto aggressore, un connazionale 40enne.

incidente_omicidio_carabinieri_2_lapresse_2017
Immagine d'archivio (LaPresse)

Notte di follia, quella vissuta a Torino, dove intorno all’una è scoppiata una violenta aggressione in via Di Nanni, proprio alle spalle di piazza Sabotino, poi terminata in tragedia. Stando a quanto riporta il quotidiano La Stampa, tutto avrebbe preso il via in un pub a pochi passi dal luogo teatro dell’aggressione. Qui, un giovane marocchino di 34 anni avrebbe iniziato a discutere con alcuni clienti del locale. All’uscita sarebbe stato raggiunto dai suoi rivali che, impugnando dei cocci di bottiglia, avrebbero iniziato a ferirlo in varie parti del corpo, dal volto al braccio, fino a finirlo sgozzandolo. L’uomo sarebbe stato prontamente soccorso dai medici del 118 intervenuti sul luogo dell’aggressione insieme ad alcune volanti della polizia e trasportato all’ospedale Maria Vittoria. Le sue condizioni però, erano così disperate da non essere riuscito a superare la notte, morendo a causa delle gravi ferite riportate.

FINITO CON UN COCCIO DI VETRO

A testimonianza della gravità dell’aggressione, le copiose pozze di sangue che al loro arrivo, soccorritori e agenti avrebbero trovato proprio nella vita in cui il giovane marocchino è stato sgozzato in strada. Quello della passata notte non sarebbe neppure il solo episodio di violenza culminato nel sangue registrato proprio nelle medesime strade di Torino. Le indagini dei militari sono subito partite in seguito all’aggressione mortale a scapito del 34enne ed in breve tempo avrebbero portato alla cattura del presunto responsabile. Si tratterebbe di un connazionale 40enne che avrebbe utilizzato proprio un coccio di vetro per finire con un fendente al collo la vittima. L’arrestato sarebbe un nome già noto alle forze dell’ordine con precedenti anche per lesioni. Già allontanato da Torino con un foglio di via firmato dal questore, ora dovrà rispondere anche del reato di omicidio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori