Ultime notizie/ Di oggi, ultim’ora: vaccini, il Veneto sospende la moratoria di due anni (7 settembre 2017)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: ipotesi di omicidio colposo per la bimba morta di malaria. Inizia lo scontro sulla Brexit. Rischio diossina a Pavia. Torna la Serie A. (7 settembre 2017).

brexit_europa_londra_lapresse
(LaPresse)

VENETO, SOSPESA LA MORATORIA DI DUE ANNI PER I VACCINI

Cambio di marcia da parte del governatore del Veneto Luca Zaia che ha sospeso il decreto di moratoria di due anni sui vaccini. In questo modo anche il Veneto si allinea alle disposizioni in materia a livello nazionale. Il commento del ministro della sanità: ““Apprendiamo con soddisfazione la decisione del Veneto di allinearsi alla normativa nazionale”. (Agg. Paolo Vites)  

INDONESIA, ITALIANO CONDANNATO PER PEDOFILIA

Un italiano, Bruno Galli, 70 anni, residente in Indonesia da venti, è stato condannato a 5 anni di carcere per rapporti sessuali con minorenni. In cambio dei rapporti l’uomo pagava o offriva regali, le vittime sono ragazzini tra i 16 e i 17 anni. Oltre ai 5 anni di carcere una multa del valore di 7500 dollari, se non dovesse pagare dovrà scontare ancora tre mesi di carcere. Una pena fin troppo “soft”.(Agg. Paolo Vites)

URAGANO IRMA, OTTO MORTI, IN FUGA DA MIAMI

Sarebbero otto i morti e 21 i feriti del nuovo uragano che ha colpito gli Stati Uniti, questa volta nel sud est, Florida e isole circostanti. Secondo quanto comunicato le isole Barbuda sarebbero state la zona più colpita con il 90% degli edifici distrutti. Colpite anche Puerto Rico, Florida e Isole Vergini. L’uragano sta a dessi dirigendosi verso la Repubblica Dominicana e Cuba, quindi nel weekend dovrebbe colpire la Florida dove è stato proclamato lo stato di emergenza. I cittadini di Miami hanno iniziato l’evacuazione di massa con i prevedibili intasamenti sulle strade di uscita della città. Supermercati svuotati per fare scorte di cibo e pompe di benzina esaurite. (agg. Paolo Vites)

IPOTESI DI OMICIDIO COLPOSO PER LA BIMBA MORTA DI MALARIA

Procedono con la fattispecie di reato di “omicidio colposo”, gli investigatori di Brescia e Trento, che indagano sulla per il momento inspiegabile, morte della bambina di 4 anni, colpita da malaria celebrale. I primi accertamenti tendono ad accertare dove la piccola Sofia abbia contratto la malattia, malattia trasmessa da una zanzara particolare, sconosciuta nel nostro paese. L’ipotesi più accreditata per il momento è che un insetto abbia morso un portatore di malaria, ve ne erano 2 nell’ospedale di Trento dove la piccola era ricoverata, e solo successivamente abbia trasmesso la malattia a Sofia. Intanto i direttori sanitari degli ospedali di Trento e Brescia hanno fatto sapere di aver fatto effettuare “un’importante disinfestazione” nei locali di entrambi gli ospedali, lo scopo è quello di evitare che il ceppo possa propagarsi all’esterno dei nosocomi.

INIZIA LO SCONTRO SULLA BREXIT

È bastato un documento pubblicato dal Guardian per far scoppiare in Inghilterra una vera e propria “bomba politica”. Il report datato Agosto lascerebbe prefigurare l’intenzione dell’esecutivo May di attuare una Brexit molto dura, sia nei confronti dei ricongiungimenti familiari che su quello dei lavoratori non specializzati che permangono sul territorio di sua Maestà. Immediate le proteste del leader laburista Corbyn, che oggi alla ripresa dei lavori parlamentari ha accusato il primo ministro di voler “affossare l’economia britannica”. Da parte loro autorevoli fonti del governo, sottolineano come il documento sia un documento ormai superato, e lanciano alle opposizioni la sfida di discutere nell’aula parlamentare le migliori condizioni di uscita dalla UE.

RISCHIO DIOSSINA A PAVIA

Un pauroso incendio è scoppiato questa mattina all’alba all’interno dei capannoni della ditta “Eredi Bertè”, una ditta che si occupa di smaltire rifiuti speciali. L’incendio ha di fatto distrutto la fabbrica e sprigionato una nube, che si è innalzata sulla pianura padana. Immediate le operazioni di soccorso, operazioni che però sono riuscite solamente a tenere sotto controllo le fiamme senza riuscire a fermare il rogo. La nube spinta dal vento sul centro del piccolo borgo di Mortara, ha innescato la “psicosi avvelenamento”, con lo stesso primo cittadino del borgo che ha invitato i suoi concittadini a chiudere le finestre e a evitare per alcuni giorni la raccolta di prodotti agricoli. Lo stesso sindaco ha immediatamente provveduto ad emanare un’ordinanza, con la quale chiude ogni istituto scolastico per 2 giorni. Sul rogo indagano i carabinieri della locale stazione.

NEL WEEKEND TORNA IL CAMPIONATO

Dopo le due gare della nazionale ci si rituffa nel campionato di serie A con una serie di incontri importanti. In una intervista, il tecnico dell’Inter, Spalletti, ha fatto il punto sulla situazione, parlando del rischio di avere di ritorno dei giocatori infortunati dopo gli impegni internazionali, e di sentirsi comunque molto contento di quanto fatto finora dai suoi uomini. Della ripresa del campionato ha parlato anche Gasperini, allenatore dell’Atalanta, con particolare riguardo a Spinazzola, che ritorna dalla nazionale con una caviglia gonfia e quindi non potrà essere della partita nel prossimo turno. Nonostante la partenza con due sconfitte, Gasperini si è detto fiducioso che la sua squadra possa ripetere quanto fatto lo scorso anno, e di essere molto contento di debuttare in Europa League, seppure contro un avversario difficile come gli inglesi dell’Everton.

EUROBASKET, L’ITALIA DEL BASKET AGLI OTTAVI

Vittoria al cardiopalma per gli azzurri di Messina contro la Georgia, nell’ultima gara del girone di qualificazione che si è svolta a Tel Aviv. L’Italia era già qualificata, ma il successo le ha dato il terzo posto e la possibilità di affrontare, ad Istanbul, un avversario più alla portata come la Finlandia, sec onda del girone A. E’ stata una partita che ha visto la nazionale italiana iniziare bene e e mantenere il vantaggio sino alla fine, con un solo sorpasso dei georgiani, a circa un minuto, di un solo punto, ribaltato poi da un canestro di Hackett e dai liberi di Aradori. Nel finale importantissima una stoppata di Da Tome su Shermadini.

VUELTA, SI RIAPRE LA CORSA ALLA MAGLIA ROSSA

Dopo la vittoria nella cronometro di ieri di Froome, la situazione si è ribaltata nella tappa odierna, che ha visto l’inglese in difficoltà, perdere al traguardo 42 secondi nei confronti di Nibali, che ora si trova staccato solo di 1 minuto e 16 secondi ed ha la possibilità di attaccare ancora in salita. La vittoria di tappa è andata ad un corridore austriaco, Denifl, mentre Nibali si è piazzato al quarto posto. Bella la prova di Alberto Contador, all’attacco sull’ultima salita e arrivato secondo con 28 secondi di distacco dal vincitore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori