ALLARME BOMBA A MALPENSA/ Milano, controlli su aereo Easyjet per Londra: panico tra i passeggeri

- Silvana Palazzo

Allarme bomba a Milano Malpensa: controlli su aereo Easyjet per Londra e su bagagli, momenti di panico tra i passeggeri per il timore di un attentato. Le ultime notizie

aereo_aeroporto_boeing_lapresse_2016
LaPresse

Allarme bomba a Malpensa: un Boeing 319 della Easyjet è stato sottoposto a controlli di bonifica per escludere la presenza di esplosivi a bordo. Il volo, che era in procinto di partire per Londra, era diretto all’aeroporto Gatwick: in programma alle 7.35, è decollato poi con quasi tre ore di ritardo a causa di nuovi controlli su bagagli, passeggeri e aeromobile. Coinvolte anche le unità cinofile, le cui verifiche hanno dato esito negativo. Stando a quanto riportato da il Giorno, l’allarme è scattato a causa di una frase di uno degli addetti ai lavoro attorno all’aeromobile: captata dal personale di bordo e da alcuni passeggeri, è stata interpretata come una minaccia, ma in realtà si trattava solo di una battuta pronunciata per scherzo o in un momento di sfogo. I passeggeri sono tornati al gate, i bagagli sbarcati, mentre attorno all’aereo venivano dispiegate le misure di sicurezza. Sul posto sono giunti anche gli artificieri della polizia e i cani addestrati.

PAURA, RITARDI E DISAGI PER I PASSEGGERI

Momenti di panico stamattina all’aeroporto di Milano Malpensa a causa di un falso allarme bomba. Sono scattati i protocolli di sicurezza, mentre i passeggeri dell’aero pronto a decollare sono finiti nel panico. La Polizia di Stato ha messo quindi in atto le procedure previste in questi casi, poi hanno escluso la presenza di qualsiasi tipo di ordigno all’interno del velivolo della compagnia Easyjet. Quando la situazione è tornata alla normalità, i passeggeri sono stati fatti riaccomodare ai loro posti e i bagagli sono stati risistemati in stiva. Sebbene con tre ore di ritardo, l’aero è poi decollato alla volta della capitale inglese. Per fortuna, dunque, solo attimi di paura nello scalo milanese a causa di un falso allarme, del resto la psicosi da attentato è sempre dietro l’angolo. L’attenzione comunque resta alta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori