Ballerina napoletana trascinata dall’auto dell’ex/ Alessandra Madonna, le amiche: “Lui spesso violento”

- Dario D'Angelo

Ballerina napoletana trascinata dall’auto: Alessandra Madonna, 24 anni, si è aggrappata allo sportello della macchina dell’ex dopo un chiarimento finito male. Poi è morta per le ferite.

alessandra_madonna_ballerina_napoli_facebook
Alessandra Madonna (Facebook)

Le amiche di Alessandra Madonna, la ragazza di Melito (Napoli), morta all’ospedale di Giugliano dopo essere stata trascinata dall’auto dell’ex fidanzato, delineano un profilo ben diverso da quello che inizialmente era passato del 24enne incensurato, figlio di commercianti molto noti a Mugnano. Come riportato da Il Mattino, infatti, le amiche di Alessandra parlano di Giuseppe come “un ragazzo turbolento e in qualche caso anche violento e minaccioso”. La relazione tra la vittima e il giovane aveva avuto inizio nel 2012 e, dopo un breve periodo di convivenza nella Capitale, si era conclusa la scorsa primavera. Secondo Giuseppe, Alessandra non si era mai rassegnata alla fine della loro storia e negli ultimi mesi si era concessa un viaggio con le amiche per ritrovare la serenità smarrita a Cuba e Mykonos. Diverso l’atteggiamento di Giuseppe, che secondo gli amici era riuscito a svoltare e si frequentava già con un’altra ragazza. 

TRASCINATA DALL’AUTO DELL’EX

Alessandra Madonna, ballerina di 24 anni originaria di Melito, in provincia di Napoli, è morta ieri a Mugnano dopo essere strata trascinata dall’auto dell’ex fidanzato, suo coetaneo, cui si era aggrappata dopo un chiarimento finito male. Come riportato da La Stampa, la storia d’amore tra i due si era interrotta bruscamente e la ragazza aveva chiesto un ultimo incontro per cercare di capire le ragioni della rottura. La speranza intima di Alessandra doveva essere quella di riallacciare i rapporti con il giovane, se è vero che quando il ragazzo ha messo in moto per abbandonare via Pavese, dov’è andato in scena l’incontro, la giovane si è aggrappata allo sportello nella speranza di convincere l’ex a fermarsi. Il 24enne, però, ha continuato a dare gas, trascinando la ballerina per diversi metri sull’asfalto, prima che questa lasciasse la presa dopo aver perso i sensi. Subito trasportata dallo stesso ex fidanzato all’ospedale San Giuliano di Giugliano, le ferite riportate hanno subito convinto i medici che la giovane fosse in pericolo di vita: Alessandra è morta non a caso poco dopo il ricovero nella struttura sanitaria.

LA MAMMA TENTA IL SUICIDIO

E oltre alla morte di Alessandra Madonna, ballerina napoletana deceduta a 24 anni dopo essere stata trascinata dall’auto dell’ex fidanzato, per poco non si è consumata un’altra tragedia: protagonista in questo caso la mamma della vittima. Stravolta dal dolore, come riporta La Stampa, la donna ha tentato il suicidio: ha cercato di riempire di gas la propria auto, ma una coppia è intervenuta tempestivamente rompendo il vetro e portandola in salvo. Nel frattempo l’ex fidanzato, evidentemente sotto choc per l’accaduto, è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Mugnano. Sottoposto agli arresti domiciliari in attesa delle determinazioni dell’autorità giudiziaria dal racconto del 24enne, incensurato, si potrà cercare di risalire alle motivazioni che hanno portato Alessandra Madonna ad aggrapparsi alla sua automobile, che nel frattempo è stata posta sotto sequestro. Dopo la morte della ballerina, si procederà con ogni probabilità per omicidio colposo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori