Attentato a Baghdad/ Iraq, doppio attacco kamikaze: almeno 38 morti, opera dell’Isis? (ultime notizie)

- Emanuela Longo

Attentato a Baghdad, duplice attacco suicida nel cuore della capitale irachena: sale il bilancio delle vittime e spunta nuovamente lè’ombra dell’Isis, ancora nessuna rivendicazione.

attentato_baghdad_agi
Attentato a Baghdad (Fonte foto: Agi)

Ancora un attentato in Iraq, nel cuore di Baghdad, questa volta in seguito ad un duplice attacco kamikaze verificatosi nella centralissima piazza Tayaran. Secondo le prime informazioni che trapelano dai media locali che citano fonti del ministero degli interni iracheno e riferite dall’agenzia di stampa Ansa, pare che si sia aggravato l’iniziale bilancio delle vittime salito attualmente a 38 ma destinato a crescere ulteriormente. I feriti sarebbero invece oltre cento. I due attentatori suicidi si sarebbero fatti esplodere nella piazza di al-Tayyaran, stando a quanto riferito dal generale Saad Maan, portavoce delle forze armate. Si tratta di una pizza che si trova nei pressi del parco Umma e dove da anni quasi ogni venerdì si svolgono manifestazioni contro la corruzione e la carenza di servizi pubblici. E’ considerato anche il punto di incontro di lavoratori a giornata e infatti, secondo Corriere.it, le vittime sarebbero quasi tutte persone che si erano radunate in attesa di un ingaggio.

ATTENTATO A BAGHDAD, L’OMBRA DELL’ISIS

Il duplice attentato di Baghdad segue quello verificatosi lo scorso sabato all’entrata del quartiere sciita di Khadimya, a Nord della capitale dell’Iraq e che ha provocato anche in quel caso diversi morti e decine di feriti. Il copione sembra essere il medesimo in quanto anche in quel caso l’attentatore fu un kamikaze che si fece esplodere in aria. Al momento l’attentato di oggi non è stato rivendicato dall’Isis ma le autorità sembrano essere sempre più convinte della matrice terroristica. La maggior parte degli attacchi nel territorio, infatti, sembrano essere proprio opera del gruppo jihadista dello Stato islamico. Era lo scorso dicembre quando il governo aveva annunciato la fine della guerra contro l’Isis, espulso da Baghdad, ma a quanto pare alcune cellule jihadiste sono ancora attive a nord del Paese e l’attacco dello scorso sabato pare abbia riaperto gli attacchi terroristici nella capitale dopo settimane di apparente calma.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori