Ultime notizie/ Di oggi, ultim’ora: olimpiadi invernali atleti delle due Coree insieme (17 gennaio 2018)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: grave incidente nel milanese. Mandato di comparazione per l’ex stratega di Donald Trump. Arrestato un professore per abusi sessuali. (17 gennaio 2018).

polizia_incidente_stradale_lapresse_2017
Incidente stradale (Immagine di repertorio, LaPresse)

OLIMPIADI INVERNALI, ATLETI DELLE DUE COREE INSIEME ALL’INAUGURAZIONE

Coree unite, almeno sotto la bandiera olimpionica. Come già annunciato, alla Corea del Nord è stato concesso di prendere parte ai giochi olimpionici che si temono proprio nella Corea del Sud, un gesto distentivo dopo le ultime crisi. Adesso è stato reso noto che gli atleti dei due paesi sfileranno anche insieme alla parata inaugurale un gesto ancor più significativo, che vedrà i due paesi uniti per la prima volta dopo più di sessant’anni. La Corea del Nord inoltre manderà anche una orchestra di 80 persone e 60 tra corpi di ballo e cori. In più anche 230 tifosi: chissà quanti fra questi fortunati approfitteranno per fuggire e chiedere asilo ai cugini del Sud. Potrebbe non tornare indietro nessuno… (Agg. Paolo Vites)

OPERAI MORTI INTOSSICATI A MILANO

A seguito dell’incidente mortale nella fabbrica di Milano di ieri, la procura ha aperto una indagine per omicidio colposo plurimo. I morti sono salir a tre, un quarto è ricoverato in condizioni gravissime, la fabbrica è stata messa sotto sequestro. Altri due operai, quelli che hanno dato l’allarme, sono ricoverati ma non in gravi condizioni, rimasti intossicati nel tentativo di aiutare i colleghi L’incidente è avvenuto durante le operazioni di manutenzione al forno dell’azienda a causa di esalazioni di gas tossico. I morti sono  Marco Santamaria di 43 anni, Giuseppe Setzu, di 49, Arrigo Barbieri di 58, il sopravvissuto è fratello del Barbieri Agg. Paolo Vites)

DONNA UCCISA A VILLA LITTA

Ci sarebbero dei filmati che inchiodano l’assassino della donna di 67 anni, Marilena Negri, uccisa per il furto di una collanina al Parco Villa Litta di Milano lo scorso 23 novembre. E’ strano che che ci sia voluto così tanto per esaminare i filmati, tempo prezioso che può aver permesso all’assassino di fuggire lontano. AìLe immagini del suo volto adesso saranno diffuse in giro insieme a quelle della collanina rubata, sperando che qualcuno possa aiutare nelle ricerche. Resta ancora da capire se la donna, colpita con un colpo solo e di punta alla carotide, sia morta dissanguata, per il sangue che avrebbe riempito i polmoni e quindi soffocata o per infarto (Agg. Paolo Vites) CLICCA SU QUESTO LINK PER LA NOTIZIA APPROFONDITA

GRAVE INCIDENTE NEL MILANESE

Un gravissimo incidente è avvenuto questo pomeriggio nel milanese, all’interno di una fabbrica la Lamina, una realtà imprenditoriale che si occupa di produzione di lamine in acciaio e titanio, Dalle prime indiscrezioni trapelate dagli investigatori sembrerebbe che sei operai si erano recati all’interno di un forno di cottura per procedere alla pulizia dello stesso. I sei per cause ancora da accertare sono stati ritrovati senza sensi dai colleghi, svenuti probabilmente dopo aver respirato vapori tossici. Immediatamente allertati i soccorsi che hanno provveduto al trasporto in ospedale, per due di loro purtroppo non vi è stato nulla da fare. Degli altri quattro, due versano in condizioni disperate.

MANDATO DI COMPARAZIONE PER L’EX STRATEGA DI DONALD TRUMP

Si stringe sempre di più il cerchio sul presidente USA, che continua a essere nel mirino degli investigatori per i suoi presunti rapporti con la Russia. Il procuratore capo ha sentito l’ex stratega di Trump, Steve Bannon, che dovrà testimoniare sotto giuramento sull’incontro che il genero dello stesso Trump ebbe con alcuni emissari russi. La citazione che risale a qualche settimana fa è scaturita dall’intervista che lo stesso Bannon rilasciò al giornalista Michael Wolff in cui definì quell’incontro “sovversivo”. Bannon successivamente rettifico la sua dichiarazione, questo non gli ha impedito di finire a sua volta nel mirino degli investigatori.

ARRESTATO UN PROFESSORE PER ABUSI SESSUALI

È stato posto in stato di arresto il professore del liceo Massimo di Roma con la gravissima accusa di violenza sessuale su minore. L’insegnate Massimo De Angelis 53 anni sfruttando la sua posizioni avrebbe costretto una ragazzina quindicenne ad avere rapporti all’interno di un’aula scolastica. Le indagini della squadra mobile di Roma sono partite dopo la denuncia di uno dei due genitori della ragazzina, quest’ultimo insospettito dall’atteggiamento della figlia ha espresso i suoi dubbi presso il commissariato di zona. Una volta convocata la ragazzina prima ha cercato di negare tutto, poi messa alle strette dagli agenti ha confessato due mesi di indicibili violenza. De Angelis è stato ammanettato questa mattina su delega della procura di Roma. il liceo Massimo è uno dei più conosciuti nella capitale, sui suoi banchi nel passato hanno studiato anche Mario Draghi e Luca Cordero di Montezemolo.

PAPA FRANCESCO IN CILE SI SCUSA PER GLI ABUSI DELLA CHIESA

Un discorso da cui emerge il “dolore” del pontefice per gli abusi perpetrati dai sacerdoti cileni verso i bambini indifesi. Questa la prima uscita pubblica che il pontefice ha fatto nel viaggio apostolico, che sta compiendo in queste ore nel paese centro americano. Il discorso tenuto dinanzi alle più alte cariche dello stato, tra cui il capo dello Stato Michelle Bachelet e il presidente eletto Sebastian Pinera che si insedierà il prossimo 11 Marzo, è stato focalizzato sugli abusi degli uomini di chiesa, soprattutto sul caso del sacerdote Fernando Karadima un 83enne giudicato colpevole dallo stesso Vaticano, con l’allora pontefice che nel 2011 di fatto lo costrinse al ritiro. Mentre il Papa parlava fuori avvenivano gravi scontri tra manifestanti e polizia, con i primi che cercavano di protestare per il silenzio delle autorità cattoliche.

NO DEFINITIVO DI VERDI AL NAPOLI, IL GIOCATORE RESTA A BOLOGNA

No definitivo di Verdi al Napoli; il giocatore resta a Bologna Si è chiusa con un “no” da parte di Verdi, la lunga trattativa avviata dal Napoli per ottenere il calciatore del Bologna. Per Verdi si è trattato di una scelta presa con attenzione, non volendo lasciare a gennaio la squadra che lo ha fatto crescere moltissimo, tanto da meritarsi le attenzioni di grani squadre. Per Sarri ora rimangono due le alternative dopo aver ricevuto il no di quella che era la sua prima scelta: si tratta del blaugrana Deulofeu, che tornerebbe volentieri in serie A dopo la parentesi della scorsa stagione con la maglia del Milan, e di Politano del Sassuolo. Per quest’ultimo la formazione emiliana ha però detto no, non soltanto ai partenopei ma anche allo Zenith di Mancini.

ALTRE MOSSE DI CALCIOMERCATO DA PARTE DELL’INTER

Dopo l’ufficialità dell’arrivo di Lisandro Lopez, continuano i contatti dell’Inter con il Paris Saint Germain per Pastore, il preferito per il centrocampo, mentre si affievoliscono i contatti per Ramires. L’Inter sta anche cercando di convincere il Barcellona ad abbassare le pretese per Rafinha, sia per il prestito che per il riscatto, con i blaugrana che vorrebbero 40 milioni di euro, mentre l’offerta nerazzurra si ferma a 25.

IL MILAN RISPONDE ALLE ILLAZIONI SUL RICICLAGGIO

Il Milan ha riunito il suo Cda ed al termine ha perso ufficialmente posizione sulle voci che si sono inseguite sui giornali, riguardo ad un possibile riciclaggio nell’ambito dell’acquisizione della società da parte della cordata cinese. Indiscrezioni che sono state smentite anche dalla Procura e per le quali il Milan è pronto a far scattare delle denunce per calunnia. Per quanto riguarda l’aspetto sportivo, il Milan ha ribadito un “no” categorico alla cessione di Suso, che era stato accostato agli inglesi del Liverpool.

LA SERIE A RIPARTE CON INTER ROMA

Alla ripresa del campionato dopo la sosta, l’incontro di cartello è senza dubbio quello di San Siro, dove si affrontano Inter e Roma, due formazioni che non stanno vivendo un momento particolarmente esaltante. Nella gara di andata si era imposto l’Inter che stava viaggiando a grande velocità, mentre ora la situazione è nettamente cambiata con la partita che sembra poter essere un vero e proprio primo spareggio per le posizioni in Champions League. Spalletti potrà già schierare il nuovo acquisto, Lisandro Lopez, mentre la Roma sembra non debba effettuare alcuna operazione di mercato in questa sessione e sono sfumate anche le voci che vedevano un possibile addio da parte di Nainggolan. Per Di Francesco i rinforzi sono da cercare tra quelli che finora hanno giocato meno in campionato.

LAZIO SQUADRA DEL MOMENTO IN CAMPIONATO

La Lazio sta andando veramente forte sia in campionato che nelle coppe, grazie soprattutto a Ciro Immobile in campo ed a Simone Inzaghi in panchina. Il bomber ex Torino e Siviglia sta realizzando con grande continuità e in serie A è arrivato a quota 20, con il ruolo ad oggi di capocannoniere. In panchina Simone Inzaghi, che sembrava essere un ripiego dopo il mancato arrivo di Bielsa, sta confermando quanto di buono fatto nella passata stagione e la Lazio può quindi ambire a tornare nella prossima stagione tra le formazioni che disputano la Champions League.

GIORGIO CHIELLINI ADERISCE AL COMMON GOAL

Il difensore della Juventus e della nazionale Giorgio Chiellini è il primo calciatore italiano ad aderire a “Common goal”, un progetto lanciato dal calciatore spagnolo del Manchester United, Juan Mata, che ha come scopo quello di realizzare progetti per i meno abbienti, principalmente in ambienti disagiati. Nei primi 4 mesi di vita sono già stati realizzati progetti di questo genere in India, in Colombia, ma anche in Germania. I calciatori donano a questo ente l’1% del loro stipendio lordo. Oltre all’ideatore ed a Chiellini, hanno già aderito altri calciatori come il tedesco Hummels del Bayern, il danese Schmeichel, che gioca nel Leicester in Premier League, Kagawa e Nagelsmann.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori