Baby gang a Milano/ Metro M2, danni a banchine e vagoni: identificati 40 ragazzi, 5 denunciati

- Emanuela Longo

Baby gang a Milano, 40 ragazzi identificati dopo due episodi di vandalismo: danneggiamenti gravi a banchine e vagoni. Atm ringrazia le forze dell’ordine.

morto-metropolitana
Immagine di repertorio

Anche Milano negli ultimi giorni è stata presa di mira una baby gang formata da circa una quarantina di ragazzini, che da alcune settimane era solita mettere a segno diverse azioni vandaliche in metro. Nel mirino banchine e vagoni danneggiati con una furia immortalata dalle telecamere di videosorveglianza. Gli episodi, come riporta MilanoToday, sarebbero stati compiuti in due occasioni in particolare, la vigilia di Natale e poi lo scorso 7 gennaio. La polizia nelle ultime ore ha proceduto all’identificazione dei responsabili ed alla denuncia a piede libero per cinque di loro, tra cui un maggiorenne ed i restanti minorenni, con l’accusa di danneggiamento aggravato. Ad essere presa di mira sarebbe stata in particolare la metro verde linea M2 di Milano. Lo scorso sabato 13 gennaio è stata messa a punto un’operazione condotta dalla Polmetro con l’ausilio di Atm, l’azienda milanese di trasporti che ha messo fine agli episodi vandalici ai treni, nello specifico i convogli della M2 in direzione Cologno Nord/Gessate, provocando in un caso specifico anche l’interruzione di pubblico servizio. La baby gang della quale facevano parte anche alcune ragazze, avrebbe agito nella stazione di Porta Genova, sui Navigli dove i vandali, dopo aver devastato la banchina ed aver preso d’assalto alcuni vagoni di un treno diretto a Vimodrone, hanno insultato pesantemente i passeggeri, danneggiando poi anche gli stessi vagoni. Tutti i ragazzini sono milanesi, incensurati e di buona famiglia, quasi tutti studenti che avrebbero agito “per noia” provocando però danni per decine di migliaia di euro.

ATM RINGRAZIA LE FORZE DELL’ORDINE

Al termine dell’importante operazione, Atm ha tenuto a ringraziare esplicitamente le forze dell’ordine per il lavoro svolto. “L’operazione di sabato dimostra che quando si fa sistema i risultati sono tangibili; i fatti dimostrano ancora una volta quanto sia fondamentale questo lavoro in sinergia per garantire maggior sicurezza ai cittadini, un obiettivo comune di Atm e di tutte le Forze dell’Ordine”, ha affermato Luca Bianchi, presidente di Atm in una nota diffusa alla stampa, congratulandosi poi con il lavoro eccellente di tutti coloro che hanno permesso di raggiungere questo risultato. Ringraziamenti al questore Marcello Cardona ed ai suoi collaboratori sono giunti anche da Arrigo Giana, direttore generale di Atm. “Stiamo lavorando in maniera seria e concreta per garantire la sicurezza dei passeggeri, ma solo grazie alla collaborazione delle Forze dell’Ordine tali azioni possono essere veramente efficaci”, ha commentato. “Quello di sabato è solo un esempio di una serie di operazioni che quotidianamente vedono i nostri agenti collaborare in maniera positiva e proficua con quelli della Polizia. A tutto il personale della Security di Atm il mio apprezzamento per la professionalità che dimostrano” ha chiosato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori