Ultime notizie/ Di oggi, ultim’ora: il papa sposa una coppia di assistenti di volo  (18 gennaio 2018)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: prove di disgelo tra le due Coree. Il vento mette in ginocchio il bel paese. Il Pm chiede l’assoluzione nel caso di Dj Fabo. (18 gennaio 2018).

kim_jongun_nordcorea_1_caramelle_lapresse_2015
Kim Jong-un (Foto LaPresse)

IL PAPA SPOSA COPPIA DI ASSISTENTI DI VOLO PRIMA DI PARTIRE PER IL PERU’

Sposati civilmente perché la loro parrocchia era andata distrutta a causa del terremoto del 2010, una hostess e uno steward in servizio sull’aereo che ha portato dal Cile al Perù Francesco, sono stati sposati dal papa stesso. E’ successo poco prima della partenza quando i due hanno detto al papa della loro intenzione di sposarsi anche religiosamente: con il proprietario della compagnia aerea, la Latam, a fare da testimone, il papa li ha posati.Volete davvero sposarvi ha chiesto ai due? Allora facciamo adesso è così è stato. A raccontare il bell’episodio il direttore della rivista dei Gesuiti Civiltà Cattolica Padre Spadaro che ha postato su Facebook una sua foto con due sposini: “La coppia parlava col Papa. I due hanno detto che non si erano sposati in Chiesa. Il Papa ha chiesto se volevamo sposarsi subito. Hanno risposto di sì. Gli atti sono firmati su un normale foglio A4” (Agg. Paolo Vites)

LICEO MASSIMI DI ROMA, CONFESSA RELAZIONE CON STUDENTESSA MINORENNE

Ha ammesso di aver avuto una relazione con una sua studentessa di 15 anni, Massimo De Angelis, professore del liceo Massimo di Roma. Il caso era scoppiato quando i genitori della giovane avevano trovato sul cellulare della figlia foto e messaggi compromettenti, ma la relazione era consenziente. La studentessa ha infatti detto di essere innamorata dell’uomoIl tutto era cominciato quando proprio i genitori si erano rivolti al professore perché desse ripetizioni di latino alla figlia. Quando ha saputo di essere stato scoperto, il De Angelis aveva tentato di uccidersi (Agg. Paolo Vites)

BRESCIA, OPERAIO INCASTRATO NEL TORCHIO MUORE DAVANTI AL PADRE

Una morte orribile per un operaio di 19 anni, rimasto schiacciato in un tornio nell’azienda dove lavorava a Rovato, provincia di Brescia. Una manica del maglione che indossava è stata risucchiata dal tornio e lo ha trascinato. Il tutto è successo davanti al padre, titolare della azienda stessa, la Elettronica Lg. Il padre non è riuscito a fermare il figlio prima che venisse trascinato nel meccanismo, spenta finalmente la macchina ha chiamato i soccorsi. Non si capisce come il torchio non avesse un meccanismo di allarme che bloccasse il funzionamento al momento dell’inserimento di un corpo estraneo. Ricoverato agli Spedali Civili di Brescia, il giovane è morto all’alba di oggi nonostante i tentativi di salvarlo. (Agg. Paolo Vites)

MAFIA CINESE DECINE DI ARRESTI IN ITALIA

Centinaia di perquisizioni in tutta Italia e in diversi paesi dell’Unione europea: le forze dell’ordine hanno scatenato una offensiva contro la mafia cinese, gli arresti sono decine. A coordinare l’inchiesta la Dda di Firenze. Tra le nazioni interessate anche Francia e Spagna, le indagini hanno portato alla luce un clan di cinesi che gestiva operazioni illecite a livello internazionale in special modo il monopolio del traffico su strada di merci prodotte in Cina, in Italia impegnate le squadre mobili di Pisa, Roma, Firenze, Milano, Padova e Prato (Agg. Paolo Vites)

PROVE DI DISGELO TRA LE DUE COREE

Quello che sta avvenendo in queste ore è l’esempio di come lo sport possa essere importante per favorire il disgelo politico. Di oggi infatti l’annuncio che le delegazioni delle due Coree sfileranno assieme durante la cerimonia di apertura delle olimpiadi invernali. La cerimonia che si terrà il 9 Febbraio verrà sfilare gli atleti sotto la bandiera della Corea unita, all’interno della struttura sportiva di Pyeongchang. Oltre la cerimonia di apertura le due Coree daranno vita a una squadra di hockey congiunta, sarà inoltre permesso alla banda della Corea del Nord di tenere un concerto presso la cittadina di Gangneung, a 240 chilometri dalla capitale. Dopo il via ufficiale all’accordo da parte del CIO saranno dibattute le altre questioni logistiche, quali bandiera, inno nazionale e divisa.

IL VENTO METTE IN GINOCCHIO IL BEL PAESE

Raffiche di oltre 100 km/h con punte di 135 registrate in Sardegna, un vento impetuoso quello che di fatto sta mettendo in ginocchio l’intero paese causando disagi soprattutto al sud e alle isole. Interrotti i collegamenti con Capri e le isole Eolie, e centinaia di interventi dei vigili del fuoco per liberare le strade invase dagli alberi sradicati. Il vento sta causando disagi anche nella capitale, qui nella zona balneare di Ostia molti gli stabilimenti balneari invasi dal mare. Le previsioni affermano che il vento calerà nelle prossime ore, per quanto riguarda il bel tempo gli italiani dovranno aspettare l’inizio della settimana prossima.

IL PM CHIEDE L’ASSOLUZIONE PER ISTIGAZIONE AL SUICIDIO DI DJ FABO

Da assolvere perché il fatto non sussiste, questa la richiesta della procura di Milano che per bocca dell’aggiunta Tiziana Siciliano ha chiesto l’annullamento del procedimento per “istigazione al suicidio”. Per la Siciliano non vi è dubbio che DJ Fabo volesse passare a miglior vita, quindi non è stato l’esponente dei radicali Marco Cappato a istigarlo alla morte ma solamente la sua volontà, presa in “maniera consapevole e nel pieno delle sue facoltà mentali”. Il pubblico Ministero durante la requisitoria ha ripercorso la vicenda sottolineando che l’esponente radicale non ebbe nessun ruolo esecutivo nel suicidio, ma intraprese il viaggio verso la Svizzera solamente con l’intenzione di agevolare le volontà di un amico. Al termine della requisitoria la Siciliano ha chiesto la chiusura del provvedimento penale in itinere, in subordine l’invio degli atti ai giudici della Corte Costituzionale allo scopo di sollevare una questione di illegittimità sull’articolo 580 del codice penale.

RICATTO ALL’AMANTE

Un ricatto che ha portato Marco Pavese e i suoi complici a estorcere oltre 700.000 euro all’amante. Tutto è iniziato con una “normale” relazione extraconiugale tra Pavese e una donna molto nota del torinese, dopo qualche mese però l’uomo adducendo alcuni debiti ha iniziato a domandare denaro alla donna, con la minaccia che in caso si fosse rifiutata il marito avrebbe saputo della sua avventura. La situazione è andata avanti per anni tra incontri segreti e assegni per centinaia di migliaia di euro, fino a quando il padre della donna non gli ha revocato l’affidamento in banca e allo stesso tempo ha denunciato tutto agli investigatori. Pavese e i suoi tre complici sono stati ammanettati oggi dagli uomini della Guardia di Finanza, con l’accusa di estorsione aggravata.

IL NAPOLI TORNA IN CAMPO DA CAPOLISTA

Tutto pronto per la ripresa del campionato per il Napoli che vuole sfruttare i prossimi 90 giorni, prima del ritorno allo Juventus Stadium, per consolidare la sua leadership. La sosta dovrebbe avere ricaricato le pile, con due giocatori importanti come Milik e Ghoulam che sembrano vicinia l rientro. Sarri in questa settimana sta lavorando molto intensamente, il Napoli è stata la prima squadra a riprendere gli allenamenti, ma anche oggi era privo del suo capitano, Hamsik, influenzato. Intanto anche il primo impegno dopo la sosta non sarà agevole, a Bergamo contro un’Atalanta che negli ultimi tempi è un po’ la bestia nera dei partenopei, e poi in un orario, quello delle 12.30, che non piace molto a Sarri.

NEL CALCIOMERCATO PROTAGONISTI GLI ALLENATORI E NON SOLO

La giornata del calciomercato di ieri ha portato la notizia di un possibile rinnovo di Mourinho con il Manchester United. L’allenatore portoghese dovrebbe prolungare il suo contratto fino al 2021, smentendo così le voci che lo volevano nella prossima stagione sulla panchina del Paris Saint Germain. Questo potrebbe lasciare spazio per un arrivo a Parigi di Zinedine Zidane, con Conte al Real Madrid, oppure dello stesso tecnico italiano ora al Chelsea. Continuano intense le trattative delle formazioni italiane nel calciomercato. Detto di Milan e Roma che non sembrano intenzionate a portare variazioni alla rosa in entrata, resta aperta la ricerca di un esterno per il Napoli, con Deulofeu che sembra non gradito a Sarri, che insiste invece per Politano. Anche l’Inter è protagonista e cerca ancora Rafinha, con Ausilio che ha recapitato al Barcellona una offerta di 35 milioni di euro per il riscatto, ma non ha finora ottenuto risposte positive. Si potrebbe quindi aprire una trattativa con la Sampdoria per Torreira o Pratt, ma la società blucerchiata sembra fare muro su questa cessione.

NELLA CDM DI SCI ANCORA BENE L’ITALIA

Dopo l’ottimo risultato dell’ultima gara di discesa libera, si è disputata la prima prova della libera di Cortina, con la statunitense Vonn che ha ottenuto il miglior tempo, ma la Goggia ha risposto da par suo con il secondo tempo assoluto e sarà sicuramente una delle protagoniste principali sulla pista italiana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori